Wall Street, Zoom e Square, le società che potrebbe replicare il successo di Tesla

Mercoledì 3 Febbraio 2021 di Flavio Pompetti
Wall Street, Zoom e Square, le società che potrebbe replicare il successo di Tesla

Piccola oggi, ma con un mercato potenziale di portata globale; portatrice di un servizio nuovo ed essenziale per i suoi clienti; culturalmente pronta per confrontarsi con la scena globale. Questo è il pedigree dell’azienda che sta per ricalcare l’eterna parabola che porta una società a battere ogni paradigma tradizionale di crescita. E a sconvolgere la Borsa con un’impennata strepitosa del titolo. In una parola: la prossima Tesla. Nel corso di poco più di un anno, la costruttrice di auto elettriche ha rivalutato le azioni del 2000%, deciso uno split di cinque titoli in cambio di uno, e infranto il muro della Standard & Poor’s 500, mentre rendeva il suo creatore-proprietario Elon Musk l’uomo più ricco del mondo. È naturale che all’ombra di un tale astro si sia formata una fila di società aspiranti a replicare la traiettoria di tanto successo.

LA FILA DI ASPIRANTI

 La ricerca per l’erede della corona inizia appunto dalla S&P500, dove troviamo diverse aziende che premono ai cancelli. La pandemia ha distrutto vecchi equilibri e aperto nuovi varchi propizi per la scalata. Sappiamo tutti che uno dei candidati è Zoom, la piattaforma che si sta impadronendo del settore delle video-conferenze, dall’insegnamento remoto al lavoro a distanza. In dieci anni dal debutto sul Nasdaq, il titolo ha quintuplicato il valore, e la società che oggi vale 114 miliardi di dollari ha già mostrato un attivo di bilancio di 230 milioni negli ultimi dodici mesi. Se fosse già nella lista delle migliori 500 società del listino, galleggerebbe all’interno della fascia superiore del 20% quanto a crescita (500% quest’anno). L’ultimo giudizio che la separa dalla soglia dell’S&P, una promozione che spalanca le porte all’investimento da parte di fondi istituzionali, è la conferma di quanto accadrà dopo la pandemia. Se la chiusura degli uffici e il telelavoro si imporranno come il nuovo standard del post Covid, il decollo definitivo di Zoom sarà inevitabile. La stessa dinamica ha baciato la piattaforma di servizi finanziari Square Inc, creata dal fondatore di Twitter, Jack Dempsey, con lo scopo di aiutare un giovane amico, che non riusciva a vendere una partita di rubinetti in vetro di sua creazione, in quanto non era attrezzato per ricevere pagamenti con card. Cinque anni dopo Square è la base su cui poggiano le casse iPad di negozi e ristoranti, e un servizio di trasferimento interpersonale di fondi dalla crescita esplosiva. 

Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 15:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA