Energia, Undo scalda i muscoli verso il listino di Piazza Affari

Energia, Undo scalda i muscoli verso il listino di Piazza Affari
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Luglio 2022, 11:58 - Ultimo aggiornamento: 7 Luglio, 08:43

SunBerserker, società rientrante nelle galassia di Undo, gruppo industriale laziale fondato nel 2008 (e da due anni inserito nel Programma Elite di Borsa Italiana), specializzato nel settore dell’energia rinnovabile e della meccanica di precisione, 80 dipendenti e una cinquantina di società (20 milioni di fatturato nel 2021), ha chiuso un project financing da 33 milioni di euro con UniCredit e Mps Capital Services Banca.

L’operazione ha un duplice obiettivo: da un lato il rifinanziamento del portafoglio fotovoltaico italiano gestito dalla società, composto da 39 impianti; dall’altro, una nuova iniezione di liquidità che porterà ad altre acquisizioni e investimenti previsti dal piano industriale.

ASSET STRATEGICO

 L’operazione di re-financing, denominata Project Ahsoka Tano, coinvolge impianti fotovoltaici già operativi, connessi alla rete e con una capacità complessiva di 15,5 Mw, in grado quindi di raggiungere un potenziale utile a servire circa 7.275 famiglie, con un risparmio di CO2 di oltre 12.768 mila tonnellate all’anno. «Mai come in questo periodo il settore delle energie pulite sta risultando sempre più asset strategico – dichiarano Umberto Deodati, ceo e co-founder del gruppo insieme a Giuseppe Monaco e Daniele Pistoia – In questo senso, il nostro gruppo, a fronte dell’operazione di re-financing appena conclusa, può dare un forte impulso verso l’implementazione dei suoi programmi, incrementando la capacità produttiva da mettere a disposizione sul territorio». Per UniCredit, intervenuta nel finanziamento con una quota del 50% e con il ruolo di hedging bank, account bank e mandated lead arrangers, «l’intervento vuole essere un’ulteriore prova concreta della nostra attenzione verso il tema della sostenibilità e le istanze delle imprese che investono in tale direzione» spiega Roberto Fiorini, regional manager della banca. La candidatura di Unda al programma Elite era stata presentata ad inizio 2020 su impulso del direttore generale di Banca Popolare del Lazio, Pietro Musatti, e del responsabile corporate Marco Guidi, affiancati dalla società di consulenza VNZ VitaleZane&Co di Brescia. L’operazione concepita da con Unicredit ed Mps rappresenta una formidabile spinta al gruppo laziale verso il listino di Piazza Affari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA