Auto elettriche, la start-up romana: ricarica green a domicilio per le vetture rimaste a secco

Mercoledì 5 Maggio 2021
Auto elettriche, la start-up romana: ricarica green a domicilio per le vetture rimaste a secco

Arriva la ricarica green a domicilio. A suonare la porta sarà E-Gap, l’innovativa start-up romana che porterà a casa l’energia per le auto elettriche rimaste a secco. Il tutto tramite una semplice app scaricabile per smartphone. Ma di cosa si tratta? La società guidata da Luca Fontanelli permetterà di ricaricare con il “fast charge” fino a 60 kW grazie a un pulmino a zero emissioni che girerà per la città. Funziona per chi è senza disponibilità di ricarica domestica, per chi vuole avere maggiore autonomia o non vuole perdere tempo nella ricerca di stazioni di ricarica disponibili. Ci si può anche “geolocalizzare” oppure scegliere una posizione futura in cui sosterà il veicolo, selezionando in quanto tempo si desidera ricevere la ricarica e seguirne in tempo reale lo svolgimento. L’utente, secondo i promotori di questa iniziativa, non deve dunque preoccuparsi di ricercare un punto di ricarica nelle vicinanze, poiché è l’operatore di E-Gap a effettuare la ricarica al suo posto. L’operazione è partita a Milano e Roma, ma presto sarà disponibile in altre città italiane ed europee. E-Gap offre anche servizi aggiuntivi, come la riattivazione emergenziale del veicolo elettrico, erogata in autonomia senza bisogno della presenza del richiedente. La società è nata dall’esperienza di Eugenio de Blasio, tra i pionieri del settore della Green Economy, già amministratore delegato e top manager di gruppi quotati al Nasdaq, di Daniele Camponeschi, cio in primari gruppi finanziari e di Alessandro Di Michele, cfo in gruppi internazionali di consulenza finanziaria. E-gap ha siglato un accordo con l’Audi e sta rafforzando l’offerta di ricariche elettriche on demand nella Capitale. La società ha messo a disposizione un abbonamento speciale che consente un’estensione di autonomia per oltre 500 km al mese con ricariche “a domicilio”. «In un periodo difficile per l’economia e per i trasporti in generale riteniamo che incentivare la mobilità sostenibile con servizi unici e innovativi significhi cogliere in modo corretto la crescente e diffusa attenzione alla tutela dell’ambiente e della salute», ha commentato Luca Fontanelli, ad della società.

A. Ga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 12 Maggio, 14:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA