Ford taglia 7mila posti di lavoro
«Risparmi per 600 milioni di dollari»

Ford taglia 7mila posti
di lavoro: «Risparmi
per 600 milioni di dollari»
Sforbiciate in vista per Ford, che taglierà 7mila posti di lavoro nell'ambito di un piano di ristrutturazione: un risparmio di 600 milioni di dollari per la casa automobilistica. In una comunicazione diretta ai dipendenti è stato l'amministratore delegato di Ford Jim Hackett a spiegare come l'azienda stia entrando nell'ultima fase di tagli all'occupazione già iniziata lo scorso anno.



Entro settembre Ford ridurrà la propria forza lavoro di 7.000 unità, fra uscite volontarie, involontari e e posizioni libere che la casa automobilistica deciderà di non occupare. 
«Per avere successo nel nostro settore competitivo e posizionare Ford per vincere in un futuro in rapida crescita, dobbiamo ridurre la burocrazia, responsabilizzare i dirigenti, velocizzare il processo decisionale e concentrarci sul lavoro più prezioso e sui tagli dei costi», ha detto Hacket nel suo messaggio.



Negli Stati Uniti circa 1.500 impiegati hanno lasciato la compagnia volontariamente da quando la ristrutturazione è iniziata lo scorso anno, scrive il quotidiano britannico Independent: circa 300 lavoratori sono già stati licenziati, con altri 500 licenziamenti previsti questa settimana. La maggior parte degli operai impiegati da Ford si trova all'interno e nei pressi della sede centrale della società a Dearborn, nel Michigan.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Maggio 2019, 16:07 - Ultimo aggiornamento: 21-05-2019 16:16

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO