Azienda chiede di lavorare il 25 aprile: trovati
100 volontari, ma Cgil e Anpi protestano

Azienda chiede di lavorare
il 25 aprile e trova
100 volontari, protesta Cgil
VICENZA - Un'azienda metalmeccanica vicentina, la New Box di Camisano, ha chiesto ai propri dipendenti che il 25 aprile «di lavorare come tutti i giorni». L'annuncio, scritto in alcuni cartelli affissi nei reparti, viene denunciato oggi in una nota dalla Fiom Cgil e dall'Anpi di Vicenza.

«Vogliamo ricordare alla direzione aziendale - affermano Anpi e Fiom in una nota - che il contratto dei metalmeccanici prevede il diritto dei lavoratori a non presentarsi al lavoro il 25 aprile. Ricordiamo inoltre che il 25 aprile 1945 a Milano furono proprio gli operai in sciopero a scendere in piazza per liberare la città». Fiom-Cgil e Anpi vicentine si dichiarano «sdegnate per la scelta aziendale proprio nella ricorrenza che è forse la più importante e rappresentativa della liberta di cui godiamo oggi».

L'azienda New Box ha subito replicato di aver fatto una semplice richiesta ai suoi 250 dipendenti di lavorare il 25 aprile e/o il 1. maggio a causa delle commesse da evadere che richiedevano una produzione extra.
«Hanno risposto positivamente circa 100 lavoratori che saranno volontariamente in servizio,  domani 25 Aprile, ma non c'è stato alcun obbligo».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 24 Aprile 2019, 18:51 - Ultimo aggiornamento: 25-04-2019 10:54

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO