Inps, il presidente Tridico: «La cassa integrazione? Non l'hanno ricevuta 25mila persone»

Domenica 21 Giugno 2020
Inps, il presidente Tridico: «La cassa integrazione? Non l'hanno ricevuta 25mila persone»
«Le persone che non hanno ricevuto la cig, almeno una prestazione, sono 25 mila al 31 di maggio». Lo ha detto il presidente dell'Inps Pasquale Tridico parlando a In Mezz'ora in più”, sottolineando l'importante sforzo dell'azienda e di «tutti i dipendenti» ai quali va un «grazie». «L'Inps ha dimostrato di essere il cuore centrale del welfare, dello stato sociale degli italiani».


«La cig è stata pagata in gran parte (5,3 mln di prestazioni) dall'Inps e 4,7 milioni anticipata dalle aziende - ha proseguito Tridico - . Non pagata, paga sempre l'Inps. Che le aziende anticipino la cig è una regola. Abbiamo il pagamento diretto che ha funzionato molto, per 5,3 milioni di prestazioni. Per oltre 4 milioni invece le aziende hanno anticipato, ma sono soldi rientreranno attraverso contributi che non devono pagare».

Tornando ai 25mila lavoratori non pagati, il presidente Inps ha rimarcato come siano «posizioni che noi stiamo valutando», precisando che «134 mila sono persone che prevalentemente hanno mandato le domande di cig a giugno. Fino a maggio è tutto pagato tranne quelle 25 mila posizioni che stiamo verificando. Delle nuove, cioè di giugno, è un flusso continuo oramai». «In tutto questo l'Inps ha pagato oltre 4 mln di bonus tra marzo e aprile, oltre 500 mila tra congedi e assegni parentali straordinari, sta pagando il reddito di emergenza, sta raccogliendo domande per oltre 200 mila domestici, per lavoratori dello spettacolo, abbiamo un mercato del lavoro molto frammentato e il Governo ha deciso di coprire tutti». «Tutto questo ha significato fino ad oggi 11 milioni di persone pagate per 15 miliardi di euro», ha detto Tridico.
Ultimo aggiornamento: 17:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA