Bonus cultura, 500 euro per i ragazzi
nati nel '99: ecco come ottenerlo

Bonus cultura, 500 euro
per i ragazzi nati nel '99:
ecco come ottenerlo
Finalmente ci siamo. Anche per i nati nel ’99 è tempo di scegliere. Dopo un’estate vissuta dai neomaggiorenni tra dubbi e interrogativi da oggi è ufficiale: il bonus cultura di 500 euro sarà disponibile anche per chi ha compiuto (o compirà) 18 anni nel 2017. La cosa già si sapeva, bastava leggere la Legge di Bilancio per il 2017 (approvata lo scorso dicembre). Non era chiara, però, la data in cui sarebbe nuovamente partita l’operazione. Ora quella data è arrivata: il regolamento - Dpcm n. 136 del 4 agosto 2017 - con cui viene disciplinata la nuova tranche del bonus cultura, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 settembre (con entrata in vigore fissata il giorno dopo, 19 settembre). E, guardando le novità introdotte, la lunga attesa dei ragazzi è stata ripagata. A dare la notizia il sito Skuola.net.

Da quest’anno con i 500 euro si potranno acquistare anche musica e corsi di lingue
Perché la nuova tornata del bonus cultura non si svolgerà con le stesse identiche modalità dell’anno scorso. Ci saranno dei cambiamenti. I nati nel ’98 potevano usare i 500 euro – ma lo potranno ancora fare, se già registrati al sito 18app, fino al 31 dicembre 2017 - per assistere a rappresentazioni teatrali, per andare al cinema, per acquistare libri e biglietti per musei, mostre, eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali e spettacoli dal vivo. La classe ’99, però, avrà una rosa di scelte ben più ampia: con una modifica al decreto che ha varato il bonus ora si potranno comprare anche musica registrata (su supporto fisico o digitale), corsi di teatro, di musica e di lingue straniere. Una decisione presa per accontentare, in parte, quei neomaggiorenni che si erano lamentati per le poche opzioni d’acquisto.

I passaggi da seguire per usufruire del bonus cultura
Ora la palla passa ai ragazzi. Per usufruire del bonus dovranno richiederlo, registrandosi alla piattaforma ufficiale 18app, su cui potranno generare i voucher con cui acquistare i prodotti culturali preferiti (su portali di e-commerce o in negozi fisici). Ma, prima di tutto, dovranno dotarsi dello Spid - il Sistema pubblico d’identità digitale, le credenziali con cui tutti i cittadini italiani possono accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione – contattando uno dei provider indicati (InfoCert, Poste, Tim, Sielte). Il passo successivo sarà quello di iscriversi al sito 18app.italia.it: solo allora verrà generata la Carta elettronica del valore di 500 euro, da cui scalare le somme che si spenderanno per i singoli acquisti.

Per iscriversi a 18app c’è tempo fino a giugno 2018
I diciottenni del 2017 avranno tempo fino al 31 dicembre 2018 per scegliere come spendere il proprio ‘assegno’. Una deroga che già si era vista per i loro predecessori (quelli del ’98), dato il ritardo con cui anche l’anno scorso venne dato il via libera ai fondi. Anche perché non c’è fretta: tra le caratteristiche del bonus cultura c’è, infatti, quella di poter essere usato un po’ per volta (ma nulla impedisce di esaurirlo in un colpo solo). Con un’unica accortezza: è necessario registrarsi a 18app entro il 30 giugno 2018 (c’è quasi un anno a disposizione). Altrimenti si resta a bocca asciutta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted├Č 19 Settembre 2017, 14:44 - Ultimo aggiornamento: 19-09-2017 15:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO