Nuova Simonelli, il caffè che corre: «La ricerca ha salvato la crescita»

Sabato 22 Febbraio 2020
Nuova Simonelli, il caffè che corre: «La ricerca ha salvato la crescita»

BELFORTE DEL CHIENTI - Una vicenda imprenditoriale di successo nata nel 1936 che ancora oggi conserva le sue radici nell’entroterra maceratese dove ha sede l’unico stabilimento dove nascono prodotti esportati in 124 Paesi. Simonelli Group SpA è una realtà industriale di grande tradizione - nasce come azienda individuale a Cessapalombo nel 1936 - ed esperienza che produce macchine professionali per caffè espresso e cappuccino. La nuova struttura organizzativa è stata attuata di recente per meglio coordinare i due brand aziendali: “Nuova Simonelli” e “Victoria Arduino” e le sue consociate estere costituite nel tempo, esclusivamente come società commerciali, in USA, Singapore, Francia e Gran Bretagna.

LEGGI ANCHE:
Marche al voto: più strada per Longhi ma sale Oreficini. Area 70 al bivio: weekend della verità
 
Nando Ottavi è il presidente della Nuova Simonelli: «Dal 2009 al 2019 siamo passati da un fatturato di 17 milioni di euro a circa 90 con un utile percentuale a doppia cifra. Il 2020 è iniziato molto bene pur con qualche apprensione legata al coronavirus essendo molto presenti nell’area asiatica. Per il resto è fortissimo il legame con il territorio e con i nostri addetti che ci considerano una seconda famiglia ed è questa la forza in più di un’azienda che è costretta a confrontarsi con un entroterra che ha tante difficoltà anche legate al terremoto e poche infrastrutture. Siamo nati e restiamo qui grazie al rapporto speciale che abbiamo con il territorio: le nostre parole guida sono innovazione, ricerca e internazionalizzazione». Da anni è uno dei primi cinque produttori di macchina per caffè professionali (con 18 linee di prodotti divisi tra macchine per caffè espresso, tradizionali e superautomatiche e macinini) e detiene una quota di mercato mondiale del 10%. 

La produzione Made in Italy
L’intera produzione è made in Italy, al 90% è progettata e realizzata nello stabilimento di Belforte del Chienti, viene esportata per giungere in bar, ristoranti, hotel e catena di coffee-shop di tutti i continenti, attraverso una ramificata rete di importatori, concessionari e rivenditori dislocati in ogni parte del mondo, serviti e coordinati dalla struttura commerciale interna e dalle filiali commerciali (costituite in società con partner locali). Da sempre all’avanguardia nel proprio settore, grazie alla costante innovazione di prodotto, di processo produttivo e alla continua ricerca in campo tecnologico, con diverse avanzate tecnologie. Lo spiccato orientamento all’innovazione di Simonelli Group è testimoniato dalla titolarità di oltre venti brevetti mondiali e dal ruolo di coordinamento di un network strategico composto dai principali operatori del settore. 

Gli investimenti costanti
Attraverso gli investimenti nella ricerca (ogni anno circa il 5% del fatturato) e lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche, Simonelli Group pone una costante attenzione – sia nei prodotti, sia nel processo produttivo – al rispetto ambientale, all’efficienza energetica e alla tutela dei lavoratori. Tutti questi elementi hanno contribuito alla forte espansione del gruppo Simonelli che da anni registra un eccellente rating finanziario come testimoniano diversi riconoscimenti ottenuti nel tempo. Inoltre la continua innovazione perseguita, il raggiungimento di standard di alta qualità dei prodotti, l’affidabilità della struttura hanno fatto sì che l’azienda sia stata scelta ininterrottamente sin dal 2009 quale partner tecnico e fornitore ufficiale della macchina da competizione del Campionato mondiale dei baristi. 

I fattori di successo sono diversi 
I fattori di successo sono diversi. In primo luogo la continua innovazione. Poi, l’ottima risposta dei mercati, dovuta al continuo rinnovamento della gamma di prodotti e la capillare assistenza tecnica alla clientela che l’azienda è in grado di garantire in tutti i 124 Paesi dove è commercialmente presente, oltre che alla costante formazione offerta a baristi ed operatori del settore. Dati Nel 86,7 milioni di euro. Nel 2019 l’aumento è di circa il 12%. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA