Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Forze dell'ordine, sbloccate 4.700
assunzioni entro la fine dell'anno

Forze dell'ordine, sbloccate 4.700 assunzioni entro la fine dell'anno
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 18:09 - Ultimo aggiornamento: 18:14
ROMA - Sbloccate oltre 4.700 assunzioni tra le forze dell'ordine. È infatti stato firmato dai ministri Madia e Padoan il decreto, un dpcm, che autorizza ad assumere a tempo indeterminato carabinieri, polizia di stato, polizia penitenziaria, guardia di finanza e vigili del fuoco. Il budget a disposizione è di 271,261 milioni, a valere sul 2016.

Le chiamate, secondo quanto si apprende, dovrebbero avvenire entro quest'anno. Il decreto è ora in attesa di registrazione presso la Corte dei conti. «Firmato oggi decreto per oltre 4.700 assunzioni tra Forze Ordine. Impegno mantenuto. Sicurezza è priorità. Zero chiacchiere. Solo fatti», ha commentato in un tweet il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. 
Dopo il vaglio dei magistrati contabili il decreto dovrà essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Nel dettaglio le assunzioni autorizzate per i carabinieri sono 1.756, per la Gdf 590, per la polizia di Stato 1.140, per quella penitenziaria 943 e altre 289 fanno capo ai vigili del fuoco. Viene fuori un totale di, precisamente, 4.718.

Le assunzioni fanno riferimento alle «risorse relative all'anno 2016, derivanti dai risparmi da cessazioni dell'anno 2015», si legge nel testo del dpcm. Si tratta di amministrazioni che non risentono dei paletti messi al turnover e che hanno ora il via libera per gli ingressi di allievi, marescialli, commissari, ispettori, agenti, periti tecnici. Personale che già ha passato concorsi pubblici e che, appena il decreto avrà completato l'iter, potrà prendere servizio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA