Omicidio di Yara, prelevato
il Dna a una donna di 80 anni

Omicidio di Yara, prelevato il Dna a una donna di 80 anni
1 Minuto di Lettura
Sabato 26 Aprile 2014, 18:34 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 11:55
BREMBATE SOPRA - Un tampone salivare effettuato in fretta e furia dal quale gli inquirenti si aspettano una risposta forse importante per identificare il killer di Yara Gambirasio, la giovane ginnasta di Brembate Sopra ritrovata morta il 26 febbraio 2011, a 3 mesi dalla scomparsa. Il prelievo di saliva sarebbe stato effettuato ad una ottantenne di Clusone e inviato subito al Ris di Parma per la comparazione con quello di Ignoto Uno. Quello che per la scienza è il killer di Yara. Se ne è parlato nella trasmissione televisiva, in onda ieri sera, 'Quarto Grado'. All' anziana donna i carabinieri sarebbero arrivati sulla base di alcune voci di paese che le attribuirebbero una frequentazione negli anni Sessanta con Giuseppe Guerinoni. Secondo l'esame del Dna, l'uomo (morto nel 1999) è considerato il padre naturale dell'assassino della tredicenne di Brembate. E dopo aver dato un nome al padre di Ignoto 1, l'identificazione della madre è fondamentale, anche se Guerinoni, sposato con figli, non avrebbe mai rivelato a nessuno frequentazioni extraconiugali. Il procuratore della Repubblica di Bergamo Francesco Dettori, pur precisando di non saper nulla nello specifico, ha spiegato che «ci sono state centinaia di segnalazioni del genere» e che «una possibile verifica si fa sempre. Fa parte di una procedura consolidata».