Nebbia e alta pressione
Una perturbazione in arrivo

Nebbia e alta pressione Una perturbazione in arrivo
2 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Novembre 2014, 10:35 - Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 19:54

ROMA - Attenzione alla nebbia e da domani occhio alla flessione delle temperature

“L’alta pressione manterrà la quiete meteorologica fino a martedì”– conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che però avverte – “il sole tuttavia non splenderà ovunque anzi avremo persistenza di una certa nuvolosità in particolare tra Liguria e basso Piemonte dove non escludiamo qualche piovasco, ma anche tra bassa Lombardia, basso Veneto, Emilia Romagna, Toscana nord occidentale, Marche e Sardegna. Un po’ di variabilità è attesa anche sul basso versante adriatico con qualche pioggia sulla Puglia.

Attenzione inoltre alla nebbia, che si farà vedere soprattutto nelle ore più fredde sulla Pianura Padana e sulle vallate tosco-umbre. Le temperature si manterranno sempre su valori miti per il periodo, con punte di oltre 17-18°C al Centro Sud e marcate inversioni termiche in montagna: vale a dire che di notte potrà fare più freddo nei fondovalle che a 2000m di quota”.

“Da mercoledì il tempo tornerà a peggiorare” – prosegue l’esperto –“ per l’arrivo di una nuova perturbazione atlantica che indebolirà l’anticiclone e riporterà delle piogge sparse da Ovest verso Est, localmente anche a carattere di rovescio o temporale su tirreniche ed Isole Maggiori. Non si tratterà comunque di una ondata di maltempo simile a quelle che hanno pesantemente colpito alcune aree del Paese nei giorni scorsi” – rassicura Ferrara –“ ma di un normale passaggio piovoso, che in alcune zone a dir la verità potrà risultare anche improduttivo”.

Il freddo? Ancora lontano – “Dopo il clima eccezionalmente mite di inizio settimana le temperature saranno in calo, ma rimarranno ancora spesso sopra le medie del periodo” – conclude l’esperto di 3bmeteo.com –“ siamo dunque lontani anni luce dalle ondate di gelo che stanno colpendo gli Stati Uniti. Il vero freddo sul Mediterraneo non si scorge neppure nel lungo termine; l’Inverno, per ora, dovrà attendere”.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA