Sport in zona rossa e arancione, cosa si può fare? Piscina, corsa, tennis, le regole

Sport in zona rossa e arancione, cosa si può fare? Piscina, corsa, tennis, le regole
Sport in zona rossa e arancione, cosa si può fare? Piscina, corsa, tennis, le regole
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Marzo 2021, 11:11

Con la zona rossa che incombe su buona parte della Penisola, da lunedì torneranno anche moltissime delle restrizioni sullo sport. Posto però che palestre, piscine, impianti sciistici e tutte le attività dilettantistiche di base resteranno ancora vietate, ci sono alcune (poche) attività consentite e altre che, invece, è possibile svolgere se e solo se si vive in un territorio arancione. 

In particolare, è possibile ad esempio fare una corsetta al parco. In fascia arancione infatti «è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti». Anche in fascia rossa questo tipo di attività fisica è consentita ma solo se svolta in maniera individuale, senza allontanarsi troppo dalla propria abitazione (non sussiste più il vincolo dei 200 metri) e portando con sé una mascherina. Se questa infatti non è obbligatoria durante la corsa, se ci si ferma bisognerebbe indossarla. 

Per quanto riguarda le attività svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi che non riguardino sport da contatto - per cui, ad esempio, nel caso del tennis - in zona arancione sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento. Niente da fare invece in zona rossa, come riportato dalle Faq del governo restano chiusi centri e circoli sportivi pubblici o privati, sia per attività al chiuso che all'aperto. 

Se invece si sta pensando ad un'uscita in bicicletta non bisogna scoraggiarsi. Ponendo il limite di dover sempre svolgere attività in maniera individuale (oltre a dover portare con sé una mascherina), si può tranquillamente allontanare da casa restando però entro i confini regionali. Sia in zona rossa che in arancione l'importante è che si parta e si faccia ritorno presso la propria abitazione. In altre parole non è possibile caricare la bici in macchina per partire da un punto diverso rispetto all'indirizzo di residenza. 

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA