Zona gialla, Cts: «Sci, ok a riapertura impianti dal 15 febbraio. Sanremo, via libera a Festival blindato»

Zona gialla, Cts: «Sci, ok a riapertura impianti dal 15 febbraio. Sanremo, via libera a Festival blindato»
Zona gialla, Cts: «Sci, ok a riapertura impianti dal 15 febbraio. Sanremo, via libera a Festival blindato»
di Mario Landi
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Febbraio 2021, 16:43

Zona gialla, dal Cts via liber allo sci: ok alla riapertura degli impianti dal 15 febbraio. E per quanto riguarda il Festival di Sanremo il Cts ha dato oggi il via libera ad un Festival blindato. Via libera del Comitato tecnico scientifico al Protocollo Rai per la sicurezza sanitaria del Festival di Sanremo, che dunque rimane confermato dal 2 al 6 marzo.

Impianti chiusi in zona arancione

Ok dunque alla riapertura degli impianti sciistici in zona gialla a partire dal 15 febbraio. È l'indicazione arrivata dal Comitato tecnico scientifico al termine della riunione di oggi. Il Cts ha quindi escluso la possibilità di aprire gli impianti nelle regioni in zona arancione e zona rossa. Questo è quanto avrebbe deciso il Comitato tecnico scientifico, secondo quando si apprende, al termine della riunione in cui è stato esaminato il protocollo messo a punto dalle Regioni lo scorso 28 gennaio. Gli esperti hanno dunque bocciato la proposta delle regioni in base alla quale gli impianti avrebbero potuto riaprire anche in zona arancione, con una capienza ridotta al 50% su funivie, cabinovie e seggiovie e l'utilizzo obbligatorio di mascherine

Il protocollo per Sanremo

Nel protocollo, la cui stesura era avvenuta anche con un confronto tra Rai e Cts, non è previsto, come noto, alcun pubblico neanche di figuranti e nessun evento collaterale fuori dal Teatro Ariston. Solo la lunga diretta del festival e la Domenica In del 7 febbraio, sempre dal Teatro Ariston.

«Con l'approvazione del protocollo di Rai da parte del Cts si definiscono meglio i contorni del Festival e le misure di sicurezza invocate dall'industria discografica per artisti e staff vanno nella direzione auspicata». Così Enzo Mazza, Ceo di Fimi (Federazione Industria Musicale Italiana) ha commentato la notizia dell'approvazione del protocollo di sicurezza per il Festival di Sanremo. «Le case discografiche, come già previsto dalle linee guida promosse dalle associazioni di settore, adotteranno tutte le misure approvate dal Cts integrando i propri protocolli aziendali», ha aggiunto Mazza. «Restano poi da definire le procedure per la città e le aree alberghiere che ci auguriamo Prefetto e Sindaco metteranno a punto a breve», ha concluso il Ceo di Fimi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA