Rapina la commessa col taglierino
ma lascia documento in cassa: preso

Rapina la commessa col taglierino ma lascia documento in cassa: preso
di Luca Pozza
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Luglio 2018, 15:53 - Ultimo aggiornamento: 17:40

VICENZA - Può definirsi almeno "distratto" il rapinatore che ha messo a segno un "colpo" in un negozio di Vicenza, dove però ha dimenticato la carta d'identità alle casse: in poche ore la Polizia lo ha rintracciato a casa di amici e per lui è scattata la denuncia: non solo per il colpo messo a segno nel pomeriggio di ieri in un punto vendita della catena Ipersoap, in via Ragazzi del '99, ma anche per un'altra rapina, che lui stesso ha confessato, compiuta a fine giugno in un negozio di scarpe del centro storico, in contra' Borgo Santa Lucia.

Il curioso episodio ha visto come protagonista S.A., vicentino di 47 anni, già noto alle forze dell'ordine e con un passato anche in una comunità. Ieri, attorno alle 19 è entrato nel negozio nel momento in cui non c'erano altri clienti, fingendo di acquistare alcuni prodotti. Alla cassa ha chiesto di pagare con il bancomat e per questo ha estratto la carta d'identità, che ha poi dimenticato: con l'altra mano ha invece estratto un taglierino con cui ha minacciato la commessa. La donna è stata strattonata e poi chiusa nel magazzino, ma anche derubata dello smartphome che le è stato distrutto: quindi l'uomo ha preso tutti i soldi presenti in cassa, circa 260 euro, ed è fuggito. Dopo l'allarme al 113, all'arrivo sul posto gli agenti hanno rinvenuto il suo documento e in un paio d'ore l'hanno rintracciato e portato in Questura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA