Ha un infarto davanti a moglie e figlia, salvato da dipendente Croce Rossa che passava per caso

Ha un infarto davanti a moglie e figlia, salvato da dipendente Croce Rossa che passava per caso
Ha un infarto davanti a moglie e figlia, salvato da dipendente Croce Rossa che passava per caso
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Ottobre 2019, 13:55 - Ultimo aggiornamento: 15:14
Sirio Carmazzi era di turno nel pomeriggio. Prima di indossare la divisa e andare alla Croce Rossa di Viareggioaveva deciso di andare a fare degli acquisti alla pineta del ponente. Lì la sua strada incrocia quella di Davide, 50, che sul marciapiedi fuori dal negozio in cui si trovava Carmazzi si è accasciato per un arresto cardiaco davanti alla moglie e alla figlia. Sono state proprio le urla delle due ad attirare la sua attenzione e a far sì che, alla fine, Davide sia ancora vivo.



LEGGI ANCHE: Sei a rischio infarto? Da un medico italiano arriva la cura alla Sindrome di Brugada

Corso fuori dal negozio, Carmazzi ha subito chiamato il 118 e, in attesa dell'ambulanza, ha iniziato a praticare un massaggio cardiaco a Davide, aiutato anche da un altro uomo, un volontario della Misericordia di Massarosa, anche lui lì per caso. E poi la terza circostanza fortunata di questa vicenda: un dentista che vive in zona ha portato a Carminazzi il defibrillatore che, scarica dopo scarica, ha salvato la vita a Davide.

E pensare che, come racconta a La Nazione, quella mattina Sirio ha accumulato tutta una serie di ritardi sulla tabella di marcia. Proprio quelli gli hanno permesso di trovarsi nel posto giusto, al momento giusto. «Sono fatalista, si vede che dovevo trovarmi lì proprio in quel momento. Va anche detto che ha funzionato benissimo il coordinamento con il 118 e tutti questi fattori insieme» ha detto l'uomo. Una «gratificazione unica» quella di essere riuscito a salvare, ancora una volta, una vita umana: «La soddisfazione più grande per me che faccio questo lavoro da trent’anni è quella di poter sentire che l’intervento è andato a buon fine, che quell’uomo non ha avuto danni cardiaci o cerebrali», ha commentato l'uomo.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA