Verona, aggressione ai tifosi del Marocco in festa: agguato in strada con manganelli e catene. Fermati 13 di estrema destra

Verona, aggressione ai tifosi del Marocco in festa: agguato in strada con manganelli e catene
Verona, aggressione ai tifosi del Marocco in festa: agguato in strada con manganelli e catene
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Dicembre 2022, 16:51

Notte di paura in strada. Agguati ai tifosi del Marocco che festeggiavano con caroselli di auto la qualificazione ai quarti dei Mondiali si sono verificati ieri sera a Verona. Una dozzina di persone, tra cui potrebbero esservi anche esecutori materiali delle violenze, sono state fermate da Polizia e Carabinieri. Si è trattato di aggressioni feroci, portate con l'uso di catene e manganelli contro le vetture che transitavano in Corso Porta Nuova. Una donna è rimasta leggermente ferita dalle schegge dei finestrini infranti.

I fermati, si apprende dalle forze dell'ordine, sono tutti veronesi. In un video amatoriale, postato sui sociali, si vede un gruppo di 5-6 persone, travisate, che dal lato della strada si avvicinano correndo ad un'auto da cui sventola una bandiera del Marocco; uno di loro brandisce una catena con quale colpisce un finestrino della vettura, inveendo contro gli occupanti. Sarebbero almeno tre le vetture danneggiate.

Verona, 13 i fermati: tutti di estrema destra

Sono complessivamente 13, tutti militanti nei gruppi dell'estrema destra cittadina, i giovani fermati ieri sera dalla Digos. Lo precisa una nota della Questura. L'intervento è avvenuto subito dopo la segnalazione che una quindicina di individui, vestiti di nero e travisati, stavano cercando di avvicinarsi alla zona dove i tifosi marocchini festeggiavano. I poliziotti hanno riscontrato il danneggiamento di 4 auto.

Gli investigatori, precisa sempre la Questura scaligera, stanno vagliando i filmati per ricostruire l'esatta dinamica della vicenda, e attribuire le specifiche responsabilità dei singoli. Il rapporto sarà poi trasmesso alla magistratura. La Polizia, che già aveva attivato specifici servizi di controllo e monitoraggio del centro cittadino, assieme ai Carabinieri e alla Polizia Municipale, ha fornito anche un resoconto di quanto successo. «a partire dalle 20 - spiega la nota - sono giunte diverse chiamate alla centrale operativa della Questura di Verona che indicavano la presenza di circa quindici giovani vestiti di nero e col volto travisato che tentavano di avvicinarsi alla zona in cui i tifosi marocchini stavano festeggiando. Alle successive 20.30 venivano segnalate delle aggressioni con danneggiamenti alle autovetture in transito ad opera del medesimo gruppo». Poco dopo gli agenti sono riusciti ad intercettarli e ad identificarli: «si tratta di 13 giovani, tutti riconosciuti da personale della Digos scaligera come militanti in gruppi di estrema destra della città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA