In motoscafo per i canali di notte a "caccia"
di turisti: li aggancia, accelera e li inzuppa

In motoscafo per i canali di notte a "caccia" di turisti: li aggancia, accelera e li inzuppa
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Marzo 2019, 12:06 - Ultimo aggiornamento: 12:28

VENEZIA - Speriamo che non sia l'inizio di una nuova moda tra i giovani veneziani un po' sopra le righe. In ogni caso, però, si tratta di un comportamento che andrebbe stoppato sul nascere. Proprio ieri mattina circolavano un paio di filmati in cui due giovani a bordo di un cofano con un 40 cavalli fuoribordo girano per i canali aspettando il momento giusto per bagnare turisti e passanti nelle ore notturne. Due gli episodi finora conosciuti, che sono stati anche segnalati al Servizio Sicurezza urbana della polizia locale, che sta vagliando le immagini, dal momento che il volto del conducente del barchino è ben visibile e ci sono altri parametri che devono essere analizzati e approfonditi.
 




Il primo episodio segnalato è accaduto in rio di Santa Marina, sul pontiletto in legno di cui si serve Veritas la mattina per l'asporto rifiuti. Qui era seduta una coppia di turisti intenta a chiacchierare. Passa il barchino, il ragazzo chiede se parlano l'inglese e poi, alzando il trim del motore, dice sorridendo: «E voi conoscete questo?». Con un'accelerata poderosa e il motore inclinato come se fosse in secca, è partita una colonna d'acqua che ha lavato entrambi dalla testa ai piedi.
 
Il secondo episodio, invece, non è chiaro dove si sia verificato. Due italiani sopra un ponte e, quando arrivano sulla sommità, un getto d'acqua li bagna completamente lasciandoli imprecare mentre un complice filma la scena dalla calle.
A vedere i filmati, in un primo momento verrebbe anche da ridere, ma cosa succederebbe se questa diventasse una abitudine, come si dice oggi virale?. I social, dove sono stati condivisi i video sono dei potenti catalizzatori di emulazione e, secondo i vigili, sarà necessario aumentare i controlli nei rii per evitare che fatti come questi continuino ad essere compiuti e ad essere diffusi, per poi moltiplicarsi, magari in contemporanea a molte altre iniziative poco intelligenti dell'estate che arriverà tra qualche mese. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA