Morta in casa in un lago di sangue
Valentina uccisa dalla vetrata sfondata

Sabato 25 Agosto 2018
Valentina Buongiorno

E' stata uccisa dalla vetrata che lei stessa ha sfondato per entrare in casa. Risolto il giallo di Arischia, all'Aquila. Nessun omicidio. Nessun segno di strangolamento né colpi alla nuca, lesioni profonde sì ma compatibili con i vetri mandati in frantumi. Questa la verità sulla morte per dissanguamento di Valentina Buongiorno, la ragazza di 31 anni di Arischia, trovata cadavere dal fratello tre giorni fa all’interno di un appartamento Ater.

Ragazza trovata morta vicino L'Aquila: «Corpo in una pozza di sangue»
 

 


Ieri mattina, l’anatomo patologo della Asl dell’Aquila, Giuseppe Calvisi ha eseguito l’autopsia, presso l’obitorio dell’ospedale, alla presenza dello stesso pubblico ministero titolare del fascicolo, Fabio Picuti che ha aperto a carico di ignoti un fascicolo ipotizzando il reato di omicidio. Ipotesi che ora si è dissolta.
 

Ultimo aggiornamento: 11:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA