Turista di 56 anni si appisola sul lettino sotto il sole, la moglie va a svegliarlo e lo trova morto

Jesolo, spiaggia, ieri
Jesolo, spiaggia, ieri
di redazione on line
3 Minuti di Lettura
Domenica 14 Giugno 2020, 16:15 - Ultimo aggiornamento: 18:26

Colpito da infarto mentre prende il sole. E’ successo nel pomeriggio di venerdì, vittima un turista tedesco di 56 anni. L’uomo era giunto a Jesolo  (Venezia) con la famiglia, decidendo di prendere in affitto un appartamento della zona di via Olanda. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, il turista era sceso in spiaggia, nella zona corrispondente all’appartamento che occupava, con i familiari; si era steso sul lettino per poi appisolarsi.

Nel frattempo tutti sono rientrati, mentre lui sembrava proseguire con quello che appariva a tutti come un lungo sonno. Quando sono andati a chiamarlo, non vedendolo rientrare per l’ora di cena, si sono scontrati con la tragica realtà: il cinquantaseienne non dava più segni di vita. Sono stati chiamati i soccorsi. Sul posto i sanitari del Suem 118 ed i vigili del fuoco. Ma il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Giunta anche una volante della polizia di Stato, per verificare che la morte non dipendesse da fattori esterni o da terze persone.

Accertato che si trattava di una morte per cause naturali, la salma, poi ricomposta nella cella mortuaria dell’ospedale cittadino, è stata messa a disposizione dei familiari. Si tratta del primo decesso della stagione avvenuto in spiaggia, pur trattandosi di una morte determinata da un fatale malore. Poco dopo i pompieri jesolani sono dovuti intervenire anche per un incendio avvenuto al terzo piano del residence Acapulco di via Trinacria, nella zona della Pineta. A prendere fuoco dei mobili in legno che si trovavano sulla terrazzina; tra le cause ipotizzate, un mozzicone. L’intervento tempestivo dei vigili del fuoco jesolani ha permesso di spegnere subito l’incendio e di limitare i danni. (f.cib.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA