Prendevano disoccupazione ma non erano
più in Italia: la truffa di 35 extracomunitari

Martedì 28 Maggio 2019
UDINE - Trentacinque cittadini extracomunitari, di 18 nazionalità diverse, sono stati denunciati dagli agenti della Squadra mobile e dell'ufficio immigrazione della Questura di Udine alla locale Procura per avere indebitamente percepito il sussidio di disoccupazione Aspi-Naspi, per un danno economico all'Inps di circa 198mila euro.

È il risultato della seconda fase di indagini che già a giugno 2018 avevano portato a deferire 30 cittadini extracomunitari, di 12 diverse nazionalità, accusati di aver percepito il sussidio di disoccupazione, nonostante fossero rientrati nel proprio Paese d'origine. In un caso, secondo quanto emerge dalle nuove investigazioni, un cittadino ucraino di 39 anni ha ottenuto indebitamente, tra il 2013 e il 2017, 15.300 di sussidio di disoccupazione. L'Inps ha provveduto a disconoscere le prestazioni somministrate agli indagati e a notificare agli interessati il relativo indebito, dando seguito alle azioni finalizzate al recupero del credito.
Ultimo aggiornamento: 18:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA