Compra frutta e lo rapinano
di 10 euro trascinandolo col furgone

Compra frutta e lo rapinano
di 10 euro trascinandolo
con il furgone
MARTELLAGO - Ha rischiato di finire male, ieri, a Olmo d Maerne, l'ennesimo colpo di falsi venditori ambulanti di frutta: un 66enne si è aggrappato al furgone dei malviventi in fuga ed è stato trascinato per svariati metri, finendo all'ospedale: è vivo per miracolo. Il grave fatto si è consumato intorno alle 18.
I truffatori, due tipi alti, sulla trentina, entrambi con la barba e dallo spiccato accento campano, si sono fermati con il loro furgone bianco all'incrocio tra via Olmo e via Papa Luciani, sono scesi e hanno cominciato a offrire cassette di pesche e meloni a prezzi stracciati ai passanti, ponendo attenzione ovviamente alle persone più deboli: gli anziani. E due in contemporanea hanno abboccato: un86enne del posto non autosufficiente, in carrozzina, spinto dalla badante, a cui uno dei criminali ha mollato sulle ginocchia due cassette di frutta per  30 euro, e V. D .L., sessantasei anni, residente alla Gazzera, lui in buona forma, a cui il compagno del primo truffatore  ha piazzato altre pesche e meloni che ha pagato con una banconota da 50 euro.
Con la scusa di andare a prendere il resto di 10 euro nel furgone, il ladro è salito sul mezzo dove già lo aspettava il complice. I due hanno acceso il motore e sono partiti a razzo.
Ma il 66enne, che si aspettava i 10 euro di ritorno, ha cominciato a urlare: "Restituiscimi i miei soldi!", e si è aggrappato alla portiera del veicolo. Incuranti del pericolo cui stavano esponendo l'uomo, i due delinquenti hanno tirato dritto, trascinando il malcapitato per una trentina di metri, fino al semaforo pedonale davanti alle scuole; a quanto pare gli sono saliti anche sopra una gamba con una ruota. Finché la vittima ha dovuto mollare la presa rovinando sull'asfalto. I rapinatori hanno continuato la loro fuga a tutta velocità in via Olmo, rischiando anche di investire una ragazza poco più avanti; quindi sono riusciti a far perdere le loro tracce nonostante un motociclista e un automobilista, che avevano visto tutta la scena, avessero tentato di inseguirli.
Passanti e residenti hanno subito allertato il 118 e il 112. Il 66enne, malconcio ma cosciente, è stato trasportato in ambulanza all'ospedale dell'Angelo, ma per fortuna in codice verde: se l'è cavata con botte ed escoriazioni alle gambe. Sul posto si sono precipitate anche le pattuglie dei carabinieri di Noale e Martellago, che hanno subito iniziato le indagini e le ricerche a tappeto dei responsabili.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Giugno 2019, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 14-06-2019 16:20

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO