Terremoto a Roma, scossa di magnitudo 3.4 sentita nella zona sud est della Capitale e ai Castelli

Terremoto a Roma, scossa di magnitudo 3.4 sentita nella zona sud est della Capitale e ai ai Castelli
Terremoto a Roma, scossa di magnitudo 3.4 sentita nella zona sud est della Capitale e ai ai Castelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 12 Aprile 2022, 11:42 - Ultimo aggiornamento: 12:30

Terremoto a Roma. Solo paura e nessun danno ieri sera per una scossa in provincia di Roma, nell’area a sud est della capitale. Di magnitudo 3.4, è stata avvertita con epicentro a 2 chilometri a Sud Ovest di Ciciliano, un comune di circa 1200 abitanti, arrampicato su un colle tra i Monti Prenestini e i Monti Ruffi, ad una decina di chilometri da Tivoli. Il sisma, a una profondità di 10 chilometri, è stato registrato alle 22,21 dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanolgia.

Terremoto a Roma

 In modo particolare, il terremoto sarebbe stato avvertito con chiarezza anche a Colonna, il più piccolo comune dei Castelli Romani. In allerta i residenti dei comuni tra Tivoli, Guidonia, Marcellina e Sant’Angelo Romano, alle porte della Capitale. Fortunatamente però non sarebbero stati registrati danni a persone e strutture. Ai vigili del fuoco e ai carabinieri sarebbero arrivate solo alcune chiamate da parte di abitanti impauriti.

UNA SECONDA VIBRAZIONE

La scossa, della durata di pochi secondi, è stata percepita in modo distinto dalla popolazione del piccolo centro urbano e anche nelle città limitrofe, tra cui Tivoli. Proprio da Tivoli e dalla vicina Guidonia arrivano gran parte delle segnalazioni sui social. Tanti anche i romani, specie in zona est della Capitale, che hanno segnalato su Twitter e Facebook la scossa. «A Tivoli sentito forte e chiara, una botta improvvisa e molto forte». «Tra Monterotondo e Mentana bella botta, prima boato e poi movimento ma molto rapito, sarà durato meno di 5 secondi». «A Roma centro si è sentita abbastanza, si muoveva il lampadario. È stato ondulatorio». «Zona Nuovo Salario si è sentito pure bene». Alcuni dei commenti presenti sui social. Otto minuti più tardi alle 22,29 è stata avvertita una nuova scossa ma di una entità molto inferiore: 1,2 di magnitudo. La scossa tellurica è stata avvertita anche nei comuni intorno a Subiaco e sono già numerosi i commenti e le segnalazioni sui social. E nel primo pomeriggio c’era stata un’altra scossa nel Lazio, ad Amatrice (Rieti), con magnitudo 2.0 a undici chilometri di profondità.

LE REAZIONI


«La botta è stata forte ma non c’è stata nessuna segnalazione di danni. Abbiamo fatto un giro nel centro storico, con le torce, ma per ora non abbiamo evidenziato problemi» racconta Cristiano Poggi, responsabile della protezione civile di Ciciliano. «La situazione al momento è tranquilla. Fino ad ora non abbiamo registrato danni a cose o a persone, stiamo facendo però dei sopralluoghi per il paese. La paura c’è stata: la scossa è stata di breve durata, ma di forte intensità. Alcune persone sono scese in strada, abbiamo riportato un po’ di serenità grazie alla protezione civile, prontamente attivata» gli fa eco il sindaco di Ciciliano, Massimiliano Calore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA