Terremoto a Firenze di 4.5: edifici lesionati al Mugello, molte scuole chiuse. Riprende la circolazione dell'Alta Velocità

Lunedì 9 Dicembre 2019
Terremoto a Firenze di 4.5: edifici danneggiati al Mugello, molte scuole chiuse. Paura sino a Bologna

Terremoto, grande paura per uno sciame simico nella notte con epicentro tra Scarperia e San Piero e Barberino di Mugello, in provincia di Firenze. La scossa più importante alle 4.37 con magnitudo rilevata dall'Ingv di 4.5. Due minuti dopo replica di 3.0 e alle 4.42 di 3.2. In precedenza due altre forti scosse, di magnitudo 3.2 e 3.4, avvenute rispettivamente alle 3.39 (profondità 8 chilometri) e alle 3.42 (profondità 9 chilometri). Allarme in un'area piuttosto vasta. La scossa più forte è stata avvertita chiaramente a Firenze, Prato, Pistoia, Empoli, San Miniato e Montecatini, ma anche a Bologna, Perugia, Siena e Pisa. In precedenza segnalate altre cinque scosse inferiori a magnitudo 3 dalle 22.30 di domenica notte. Danni agli edifici sono segnalati nella zona del Mugello. Scuole chiuse a Barberino del Mugello, Scarperia e San Piero, Vaglia, Vicchio, Marradi, Dicomano, Vernio e Borgo San Lorenzo.


La terra trema anche in mattinata. Nuove scosse in mattinata: di 3.0 alle 6.17, di 3.1 alle 6.19 e di 3.2 alle 6.29 a testimoniare che lo sciame sismico non si è arrestato. Filippo Carlà Campa, sindaco di Vicchio, ha reso noto che è stato aperto il centro operativo comunale presso il nuovo campo sportivo. Anche a Barberino aperta l'unità di crisi. Alle 7 aprirà anche la sala integrata di Protezione Civile della Città metropolitana e della prefettura di Firenze.

Trentasei scosse in 12 ore
Sono 36 le scosse di terremoto che si sono verificate nell'area del Mugello nelle ultime 12 ore, con la più forte di magnitudo 4.5 registrata dall'Ingv alle 4.37. La prima scossa è delle 20.38 di domenica sera, quando gli strumenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato un 2.6 con epicentro Scarperia e San Pietro. E i due comuni, assieme a quello di Barberino del Mugello, sono l'epicentro di tutte le altre scosse verificatesi fino alle 8 del mattino, sei delle quali di magnitudo superiore al 3. 

Traffico ferroviario sospeso, è poi ripreso attorno alle 9. In seguito alle scosse di terremoto registrate in Mugello è stato sospeso il traffico ferroviario nel nodo di Firenze per verifiche tecniche sulle linee, poi ripristinato alle 8.25. Bloccata anche l'Alta velocità tra Firenze e Bologna oltre al traffico regionale, secondo quanto si apprende da Rfi. Secondo quanto si apprende da Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) e dalla Protezione Civile, sono invece ancora in corso i controlli sulle linee regionali, che però dovrebbero riaprire a breve. Le linee interessati sono le seguenti: AV Bologna - Firenze, Bologna - Prato convenzionale, Prato - Pistoia, Porretta Terme - Pistoia, Firenze - Empoli, Firenze - Faenza, Firenze - Arezzo convenzionale e sulla direttissima Firenze - Roma fra Firenze e Valdarno. La circolazione è poi ripresa attorno alle 9 di questa mattina

Paura a Firenze. Grande paura a Firenze per la scossa di 4.5 avvenuta in piena notte. Molti cittadini si erano già svegliati alle 3.42 per la scossa di 3.4, ma quella delle 4.37 ha destato il panico. Il sisma è stato chiaramente avvertito in tutti i quartieri ed in alcune zone la gente è scesa in strada. Centralino dei vigili del fuoco preso letteramente d'assalto. La scossa è stata chiaramente avvertita su tutta la dorsale appenninica, dall'Emilia Romagna all'Umbria.

Gente in strada al Mugello, segnalati danni. Sono numerose le persone che stanotte sono uscite di casa nel Mugello in seguito alla serie di scosse di terremoto, l'ultima delle quali di magnitudo 4.5. Tanti quelli che si sono sistemati in auto, visto che sta piovendo. Dai vigili del fuco si spiega che sono in corso verifiche dopo alcune richieste di sopralluogo per caduta di calcinacci. Tante le chiamate ai pompieri. Dai primi rilievi risultano danni agli edifici a Barberino. «Molto spavento, la gente è scesa in strada, la scossa di magnitudo 4.5 ha fatto davvero paura». Lo spiega il sindaco di Scarperia San Piero (Firenze), Federico Ignesti che aggiunge: «Per ora le informazioni ricevute dai primi sopralluoghi fatte dai carabinieri sembrano non rilevare nessun danno, anche a me non sono arrivate segnalazioni in merito. Aspettiamo anche la luce del giorno per un riscontro più puntuale. Intanto - conclude - è stato attivato il Centro operativo intercomunale di Protezione Civile».


La chiesa di Barberino al Mugello lesionata
 


Scuole chiuse. A seguito dello sciame sismico in Mugello, il Comune di Borgo San Lorenzo ha deciso che oggi resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido. Intanto Filippo Carlà Campa, sindaco di Vicchio, altro Comune del Mugello, in un post su Facebook rende noto che è stato aperto il centro operativo comunale presso il nuovo campo sportivo, invitando la popolazione a scrivere o telefonare al 3296503000 per qualsiasi comunicazione. Chiuse anche le scuole a Barbarino nel Mugello. Su Facebook il Comune tra l'altro consiglia «alla cittadinanza di sostare nelle aree individuate secondo il Piano di Emergenza Comunale per evitare di intasare strade e Piazze che necessariamente devono rimanere sgombere in caso di necessità di soccorso». 
Allarme sui social network. Sui social network, e in particolare, su Twitter molti utenti affermano di aver sentito la scossa preceduta da un boato. Un utente, Occidente, afferma: "Nessun sogno, terremoto vero". Per Katy "la paura e il senso di impotenza che ti lascia il terremoto sono indelebili". Dopo la violenta scossa superiore a 4.5 c'è chi parla di aver sentito scricchiolare la casa. Un utente di Campi di Bisenzio ha pubblicato il video del lampadario dondolante.
 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 09:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA