L'autovelox fa ventimila multe: gli automobilisti tentano di abbatterlo

Mercoledì 21 Aprile 2021
Pescara, l'autovelox fa ventimila multe: gli automobilisti tentano di abbatterlo

Dopo le proteste per la strage di multe (ben 20mila in un paio di mesi), ecco l’atto vandalico contro l’ autovelox di via Di Sotto, a Pescara. E’ molto più che un tentativo di sabotaggio quello che ignoti hanno tentato di compiere l’altra notte: non volevano soltanto mettere fuori uso il dispositivo, ma abbattere il palo d’acciaio sul quale è montata la telecamera che fotografa il passaggio delle auto in salita e in discesa. Ben evidente il segno del taglio alla base del palo che sorregge la telecamera.

Immediato l’intervento della polizia municipale, seguito dagli operai delle squadre tecniche che hanno provveduto ad aggiustare il palo, protetto ai lati con due transenne e nastro biancorosso da cantiere per indicare il pericolo. «L’ autovelox misura la velocità delle auto attraverso un sistema piazzato al di sotto dell’asfalto, ma è l’occhio digitale a immortalare le targhe, telecamera senza la quale l’ autovelox non potrebbe funzionare» ha commentato l’assessore Luigi Albore Mascia, preoccupato quanto sorpreso dell’azione di sabotaggio.

«Un fatto che mi sorprende perchè i cittadini che oggi si lamentano e protestano per le multe sono gli stessi che sette anni fa presentavano esposti denunciando la pericolosità di via Di Sotto e invocandone la messa in sicurezza». Esposti e richieste come quelle che al Comune sono arrivate adesso dai residenti di strada Colle Innamorati, pochi giorni fa teatro di un grave incidente: la strada è stretta e il traffico è aumentato a causa dei tanti automobilisti che preferiscono passare di lì piuttosto che rischiare di prendere la multa con l’ autovelox su via Di Sotto. Il punto, come tanti hanno osservato, è nel limite di velocità fissato a 30 chilometri orari, considerato troppo basso.

L’amministrazione comunale ha convocato dirigenti e tecnici per alzare il limite a 40 orari sulla stessa via Di Sotto e ha cominciato i lavori necessari per questo obiettivo, «ma il tratto di strada coincidente con l’attraversamento pedonale antistante la scuola Virgilio, quello cioè monitorato dalla telecamera e dall’ autovelox, resterà con il limite di 30 orari» è stato ribadito. Dunque è propabile che, confermato quel limite, l’ autovelox sia destinato ad essere spostato. Dal comando della polizia municipale si esprime tuttavia convinta soddisfazione per il risultato ottenuto: «L’obiettivo era di ridurre la velocità delle auto su quella strada e così è stato e questo ha determinato una maggiore sicurezza con netto calo degli incidenti con feriti» commentano.

Ultimo aggiornamento: 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA