Tempesta atlantica in arrivo per l'Immacolata, forti temporali e neve (anche in pianura): dove e quando

Dopo una breve tregua dal maltempo, da venerdì un'ampia coltre nuvolosa avvolgerà l'Italia

Tempesta atlantica in arrivo per l'Immacolata, forti temporali e neve (anche in pianura): dove e quando
Tempesta atlantica in arrivo per l'Immacolata, forti temporali e neve (anche in pianura): dove e quando
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Dicembre 2023, 15:36

Oltremanica è stata ribattezzata tempesta atlantica. È una perturbazione, infatti, che viene dall'oceano, come si può vedere dalla mappa del sito dell'ecmwf, il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine. Dove è diretto? Dalla Corsica e Sardegna verso la Tunisia, seguendo quindi una traiettoria traslata più ad ovest rispetto alle precedenti emissioni modellistiche. Questo comporterà un peggioramento più attenuato sui nostri settori coinvolti, primi fra tutti il Nordovest. Le previsioni dei prossimi giorni di Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it.

 

Quando

Dopo una breve tregua dal maltempo, dunque, già dalle prime luci di Venerdì 8 Dicembre un'ampia coltre nuvolosa avvolgerà gran parte del Nord, il versante tirrenico del Centro, la Sardegna e la Sicilia.

Come indicato da ilmeteo.it. Nel weekend il ciclone abbandonerà definitivamente l’Italia con le ultime piogge, sabato, su Isole Maggiori e Calabria meridionale, ci sarà bel tempo altrove. Domenica invece trascorrerà con un tempo in prevalenza soleggiato grazie all’arrivo dell’anticiclone, il grande assente di fine Novembre e inizio di Dicembre. L’alta pressione, nella prossima settimana, riuscirà a conquistare una bella fetta del bacino del Mediterraneo, inglobando anche gran parte del nostro Paese, soltanto al Nord si potranno verificare alcune piogge.

 

Dove

le precipitazioni colpiranno dapprima il Nordovest, soprattutto Val d’Aosta, Piemonte e Liguria con la neve che scenderà fino in pianura sul Piemonte, occasionalmente sulla bassa Lombardia e pure sull’Emilia occidentale, poi interesseranno diffusamente la Sardegna e in tarda serata la Sicilia. Pioverà un po’ invece sul resto della Lombardia, dell’Emilia e più raramente su Toscana e Lazio. Le temperature, dopo il leggero aumento di Mercoledì e Giovedì, torneranno a scendere su tutte le regioni.

Le previsioni

  • Giovedi 7. Al nord: bel tempo. Al centro: soleggiato. Al sud: soleggiato. Tendenza: da venerdi ciclone con neve in pianura sul Piemonte e maltempo su Isole Maggiori; weekend soleggiato salvo ultimi fenomeni sabato al Sud.
  • Sabato 9 Dicembre. Grazie ad un aumento della pressione atmosferica, il quadro meteorologico inizierà a dare evidenti segnali di miglioramento, eccezion fatta per qualche residuo disturbo a carico delle due Isole Maggiori dove, quanto meno al mattino, saranno ancora possibili piovaschi irregolari che potrebbero spingersi fin sulla Calabria, soprattutto sui settori meridionali della regione.
  • Sul resto del Paese, il quadro meteorologico si manterrà generalmente asciutto, anche se i cieli continueranno ad essere sporcati da una densa nuvolosità, specialmente al Sud e su gran parte del Centro.
  • Nel corso della giornata cesseranno le piogge anche sulle Isole Maggiori e si apriranno generose schiarite su tutto il Nord, mentre registreremo una moderata variabilità sul resto del Paese.
  • Sul fronte termico, rileveremo una generale, seppur timida, ripresa nei valori massimi, più avvertibile al Nord, dove ci attendiamo un maggiore irraggiamento solare.
     
  • Domenica 10 sarà una giornata nel complesso tranquilla, da Nord a Sud. Le uniche note stonate saranno da attribuire a una moderata nuvolosità sui comparti tirrenici e sulla Sardegna dove non si potranno escludere alcuni episodi di pioviggine. Attenzione, inoltre, al ritorno di qualche banco di nebbia sulla Valle Padana e nelle valli più interne del Centro.
  • Un occhio di riguardo, infine, alle temperature, che faranno registrare un ulteriore lieve incremento nei valori massimi, anche se, nel contempo, diminuiranno quelli minimi, specialmente al Nord, dove in tarda notte e nelle ore prossime all'alba si potranno addirittura formare estese gelate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA