Il televisore cade e lei picchia il figlio: il piccolo muore a 20 mesi

Martedì 10 Dicembre 2019
Si arrabbia per un televisore caduto e picchia il figlio: il piccolo muore a 20 mesi
Avrebbe perso il controllo per una televisione a schermo piatto caduta sul pavimento. Così la ventenne Rhionna Nichols ha ucciso suo figlio di appena 20 mesi, Vinston Levell Stevenson. Il piccolo è stato torturato e massacrato di botte, mentre la madre è stata arrestata venerdì scorso - il giorno dopo le percosse - dalla polizia di Detroit. Le forze dell'ordine e la famiglia sono convinte della sua colpevolezza. «È difficile sapere davvero cosa fare in questo momento. Solo pensare al fatto che non sarò mai più in grado di prendere in braccio mio nipote mi distrugge», ha detto al Daily Mail Kenya Stevenson, zia di Vinston.


«È così difficile. Tutti vogliono parlarsi. Tutti vogliono dire qualcosa e nessuno sa cosa dire», ha aggiunto la signora Stevenson. L'accusa è di abuso di primo grado su minore e tortura. Il bambino ha riportato la frattura del cranio, la rottura di un braccio, del bacino e di alcune costole. Avrebbe anche riportato varie emorragie interne. Sembra che la madre si sia arrabbiata per una TV a schermo piatto caduta, così ha iniziato a picchiare il bambino, che è morto due giorni dopo in ospedale.



«Suo padre ha avuto il coraggio di tenere suo figlio per l'ultima volta in braccio. Non voleva lasciarlo. - ha detto la zia Stevenson - Era un bambino molto, molto, molto, molto felice. La cosa principale da fare ora è pregare per la nostra forza, la nostra tranquillità, la nostra salute e mio nipote e che si trova in un posto migliore e sa di essere amato».
  Ultimo aggiornamento: 17:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA