Telefonate morbose ad una trentenne
fingendosi uomo: donna condannata

Telefonate morbose
ad una trentenne fingendosi
uomo: condannata
di G.P.B.
CAORLE - Otto mesi per molestie e atti persecutori. Ma la vicenda è diversa da ciò che si potrebbe immaginare: la stalker è una donna e la vittima pure.

Una milanese di 55 anni aveva avviato una “relazione” via chat con una trentenne di Caorle, spacciandosi per maschio. Sfruttando anche la voce, non proprio femminile, la donna per diverso tempo ha intrattenuto un’amicizia telefonica con la più giovane veneziana. Ad un certo punto ha organizzato un incontro a cui si è presentata spiegando di essere una conoscente dell’uomo, che non era potuto venire. La caorlotta intuì la situazione e interruppe il rapporto. Ma la milanese iniziò a telefonarle e a mandarle messaggi in continuazione tanto che la trentenne dovette rivolgersi alle forze dell’ordine. Di qui il processo tenutosi a Venezia.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Gennaio 2018, 12:53 - Ultimo aggiornamento: 19-01-2018 13:10

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO