Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tira la lenza e pesca un pesce da 13 kg
che sembrava essere estinto...

Andrea Freguglia
Andrea Freguglia
di Giannino Dian
1 Minuto di Lettura
Domenica 22 Ottobre 2017, 12:14 - Ultimo aggiornamento: 19:20
PORTO VIRO - Il sogno per un pescasportivo, innamorato della canna con lenza, è quello di riuscire a catturare un pesce gigante e soprattutto speciale. Per il 17enne portovirese, Andrea Freguglia, studente all'Istituto commerciale C. Colombo il sogno si è avverato nei giorni scorsi quando, dalle torbide acque del fiume Po, a Contarina, con la sua canna e lenza è riuscito ad avvicinare alla riva ed assicurare nel suo capiente guadino, uno storione di un metro e venti di lunghezza e dodici-tredici chili di peso.



LA CATTURA
Era verso mezzogiorno quando Andrea, tutto solo si è reso conto che per lui avrebbe avuto inizio un'avventura straordinaria: all'amo, con un impasto adatto per la pesca alle carpe, con una lenza di calibro 45 aveva abboccato un pesce gigante, che non vedeva ma immaginava per la forza che metteva per liberarsi. Poi la grande e inedita soddisfazione: non era un siluro ma uno storione, specie che nel Po stava scomparendo se non ci fosse stato l'intervento del Parco e della Fipsas, con semine di migliaia di piccoli esemplari...
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA