Squalo intrappolato tra le rocce per la bassa marea: ragazzina di 11 anni lo salva a mani nude/Video

Martedì 24 Novembre 2020 di Remo Sabatini
Squalo intrappolato tra le rocce per la bassa marea: ragazzina di 11 anni lo salva a mani nude

Lei si chiama Billie Rea. Ha poco più di 11 anni, lunghi capelli biondi che le incorniciano un visetto da bambina e, soprattutto, un amore per gli animali grande così. Anche per questo, mamma Abby non si è preoccupata più di tanto quando, senza pensarci due volte, la sua bambina ha preso in braccio uno squalo in difficoltà per liberarlo in acque più sicure. Siamo a Kingston Beach, splendida e selvaggia spiaggia australiana della Tasmania. Abby Gilbert sta facendo una passeggiata lungo la costa frastagliata tipica di quella zona insieme a sua figlia Billie Rea. La bassa marea di quelle ore è uno spettacolo che mamma e soprattutto sua figlia, non vogliono perdere. Tra gli anfratti delle rocce, infatti, si nascondono mille mondi diversi che l'acqua bassa, adesso, svela. Così, mentre la passeggiata continua, la ragazzina si accorge di qualcosa che si muove tra le rocce e si avvicina.

La scoperta

E' uno squalo! Un povero gattuccio, che da quelle parti chiamano swell shark, è rimasto intrappolato tra le rocce dalla marea e potrebbe morire. A quel punto, Billie Rea interviene. Come fosse la cosa più normale del mondo, si accuccia sulle rocce e, scovato lo squalo, lo tira fuori dall'acqua, lo prende tra le braccia e lo trasporta verso le acque più profonde, poco più in là. Nel frattempo, per nulla preoccupata, mamma Abby ha ripreso tutta la scena che, diffusa da ABC Australia, proponiamo. Una scena talmente bella che, tempo poche ore, ha già fatto il giro del mondo. «Facile, ha commentato qualcuno, quello squalo non era chissà quanto grande e per nulla pericoloso».

Ultimo aggiornamento: 25 Novembre, 06:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA