«A Natale niente spostamenti tra regioni, non facciamo come la scorsa estate». L'annuncio del ministro Boccia

Lunedì 23 Novembre 2020

Spostamenti da una Regione all'altra a Natale? Cosa succederà in Italia? "Di certo io sono fermamente contrario a spostamenti come quelli che ci sono stati nell'estate". Lo mette in chiaro il ministro dei Rapporti col Parlamento Francesco Boccia, ospite de 'La Vita in Diretta' su Rai1.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, altri 13 decessi oggi nelle Marche. Le vittime dall'inizio della pandemia sono 1201 / Il contagio in tempo reale

 

"Discutere di cenoni e feste con 600-700 morti al giorno lo trovo davvero fuori luogo. Mai come in questo momento sentiamo il dovere di evitare una terza ondata, che non significa chiudersi in casa ma consentire agli operatori sanitari di fare al meglio il loro lavoro".

LEGGI ANCHE: Covid, i pazienti sintomatici sono più contagiosi nei primi cinque giorni. E dopo il nono non infettano più

IL MINISTRO

«Non perdiamo il senso di comunità, molti italiani non ci saranno più il prossimo Natale, ma non dobbiamo perdere il senso di comunità, quello che è venuto fuori nella prima ondata e che ci ha consentito anche di dimostrare che il Paese ha una capacità di reazione molto forte», ha aggiunto Boccia, alla Vita in Diretta. «So che è dura, per le famiglie, per i ragazzi che vanno a scuola, per i lavoratori sanitari, e per tutti quanti noi però dobbiamo reggere ancora questo mese, dobbiamo tenerci per mano e sono sicuro che vinceremo e ne usciremo più forti di prima. Ma - ha concluso - non dobbiamo farci abbattere e perdere il senso di comunità che fa dell'Italia il Paese eccezionale che è».

 

Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA