Nozze da sogno per Sara e Alessio, testimone della sposa è la nonna di 96 anni

Lunedì 13 Settembre 2021 di Marco Gasparin
Il bacio sul ponticello ai Buranelli

TREVISO - Due sposi novelli si scambiano un bacio appassionato sul ponticello ai Buranelli. Uno scatto che il sindaco Mario Conte ha postato su Facebook con i suoi auguri Sposarsi a Treviso, buona vita ragazzi! raccogliendo quasi un migliaio di "like" ovvero mi piace e tanti commenti di apprezzamento, tra i quali incuriosisce uno che dice «sindaco, avere una testimone come quella di questa sposa non è una cosa da poco... direi eccezionale, non crede?».
Ma cos'ha di così particolare la testimone delle nozze che sono state celebrate sabato mattina a palazzo Rinaldi? Il fatto che abbia 96 anni, perché è la nonna della sposa.

 


LA STORIA
Sara Favaro ha trent'anni e sabato ha spostato l'amore della sua vita, Alessio Marazzato. Accanto a sé nel giorno più bello Sara ha voluto Noemi, la nonna materna, classe 1925. Una seconda madre per lei, che ha perso la sua quand'era adolescente, nel 2006.


Quando è stato il momento di scegliere la testimone per le sue nozze Sara non ci ha pensato un momento, come racconta lei stessa: «Era il febbraio di quest'anno quando sono andata da lei per dirle che mi sposavo e al contempo le ho chiesto di farmi da testimone. Lei ha accettato subito, senza battere ciglio. Perché ho scelto lei? Perché è incredibile, perché ha un aplomb fantastico. Perché qualsiasi cosa le si propone lei dice di sì. Se le avessi chiesto di partire per un viaggio in Spagna con me avrebbe accettato. Intendiamoci, è consapevole delle limitazioni che il fisico le impone alla sua età, ma per me avrebbe accettato. Sì, per me lo farebbe. Perché è come una mamma».


Per l'occasione Noemi ha fatto un gesto toccante: ha dato a Sara il cuscino portafedi, ricamato da lei stessa, che aveva utilizzato per sposarsi con il suo Ennio. E così sabato mattina nella sala Arazzi di palazzo Rinaldi, Sara e Alessio sono stati uniti in matrimonio dal presidente del consiglio comunale Giancarlo Iannicelli, che non ha mancato di fare i complimenti a quella signora così in gamba. Lei, Noemi, ha vissuto il tutto con felicità e grandissima serenità. «Pensate che fino al giorno prima era ancora indecisa su che vestito mettersi - racconta divertita Sara - Aveva due opzioni! Diciamocelo, chi è che ce l'ha una testimone così?»
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA