Sorelle gemelle separate alla nascita si ritrovano su TikTok (dopo 19 anni): l'incredibile storia di Ano e Tako

Sorelle gemelle separate alla nascita si ritrovano su TikTok (dopo 19 anni): l'incredibile storia di Ano e Tako
Sorelle gemelle separate alla nascita si ritrovano su TikTok (dopo 19 anni): l'incredibile storia di Ano e Tako
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Dicembre 2023, 12:44

Ano Sartania, una ragazza di 21 anni, grazie a un video su TikTok è riuscita a ritrovare la sorella gemella, perduta da ormai 19 anni in seguito a terribili circostanze.  Lo riporta il Mirror. 

@sartaniaanoo

First Germany fit check 🤓

♬ original sound - tm

 

L'adozione illegale e la bugia della mamma

Le amiche di Ano hanno pensato che la ragazza si fosse tinta i capelli di blu, e di certo saranno state alquanto confuse quando hanno capito che la persona vista in quei video su TikTok non era affatto Ano, ma qualcuno che le somigliava così tanto da non poter pensare ad altra definizione se non "sosia". 

La 21enne è stata subito investita da un'ondata di curiosità per questa stravagante scoperta e ha deciso di andare più a fondo e indagare tramite un gruppo Facebook della Gerogia chiamato "Vedzeb", vale a dire "Cercasi". Ano ha iniziato a scorrere tra le centinaia di storie raccontate dagli oltre 230mila membri. Lì ha trovato un post di Tako Khvitia, vale a dire la sua sosia, con cui ha iniziato a parlare. 

La conversazione tra le due ha portato a galla una verità drammatica: le due sono gemelle separate alla nascita, vittime del mondo delle adozioni illegali in Georgia, dove i neonati vengono strappati dalle mani delle mamme per essere venduti a famiglie facoltose.

In alcuni casi si racconta che subito dopo il parto il bambino veniva allontanato e si informava la madre della sua tragica morte. 

Proprio questo era stato detto alla mamma di Ano Sartania e Tako Khvitia, ora entrambe 21enni. Tuttavia, la crudeltà della vicenda non si è ancora esaurita: il padre, Gocha Gakharia, aveva cospirato in gran segreto per vendere le gemelline al mercato nero poiché credeva (e non era vero) che non fossero figlie sue.

Dunque, le bimbe furono separate e affidate a due diverse famiglie: Ana è stata mandata a Tbilisi, nella capitale, e Tako nella cittadina di Zugdidi. Separate per una vita e completamente ignare dell'esistenza l'una dell'altra, le due hanno sviluppato una passione comune per la danza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA