Sondrio, uccide la nuora di 43 anni
e va dai carabinieri a costituirsi

Sondrio, uccide la nuora di 43 anni e va dai carabinieri a costituirsi
1 Minuto di Lettura
Sabato 9 Aprile 2016, 11:32 - Ultimo aggiornamento: 11:33
SONDRIO - Ha ammazzato la nuora di 43 anni al culmine dell'ennesimo litigio e poi ha raggiunto la caserma dei carabinieri di Tirano per costituirsi.  «Ho ucciso a coltellate mia nuora, sono qui per farmi arrestare», ha detto l'uomo al piantone nel cuore della notte.  L'omicidio è avvenuto in Valtellina, a pochi chilometri dal confine con la Svizzera. Un uomo in pensione ha ucciso la nuora, Moira Gianoncelli, vedova e madre di due bambini.

Sul movente, ancora tutto da accertare, indagano i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Tirano, impegnati in queste ore nei rilievi nell'abitazione teatro del grave fatto di sangue.   La donna era vedova da pochi mesi e il suo assassino l'avrebbe colpita mortalmente con una o più coltellate. Il fatto è avvenuto attorno a mezzanotte e mezza in una casa nel territorio di Villa di Tirano e non si sa ancora, al momento, se i due figlioletti abbiano assistito al dramma familiare o abbiano sentito la madre litigare col nonno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA