Sedici bimbi assumono farmaco contaminato
e sviluppano la "sindrome del lupo mannaro"

Martedì 27 Agosto 2019 di Alessia Strinati
Sedici bimbi assumono farmaco contaminato e sviluppano la "sindrome del lupo mannaro"

Contraggono la cosiddetta "sindrome del lupo mannaro" dopo aver assunto medicine contaminate in Spagna. Sedici bambini hanno assunto omeprazolo, un principio attivo usato per curare  il reflusso acido e l'indigestione, ma delle pasticche erano state contaminate così da far contrarre ai piccoli l’ipertricosi, una malattia che porta a una crescita smisurata dei peli in tutto il corpo.


La partita di medicinali sarebbe stata contaminata con minoxidil, un composto chimico utilizzato per contrastare l'alopecia e che stimola, di conseguenza, la crescita di peluria. L’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari (AEMPS) ha ordinato il ritiro di diversi lotti della Farma-Química Sur SL, società farmaceutica produttrice. Secondo la stmpa spagnola, dopo la diagnosi, ai bambini è stato subito sospeso il farmaco e pare che ci sia stata una diminuzione dalla peluria, quindi, presumibilmente, dovrebbero tornare tutti ad essere come prima.

Intanto è stato lanciato un allarme a chiunque avesse ingerito il farmaco di rivolgersi a un medico per seguire una adeguata terapia. Inoltre, chiunque sia in possesso del medicinale, è stato invitato a portarlo presso la farmacia in cui è stato acquistato.
 

Ultimo aggiornamento: 28 Agosto, 06:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA