Lo studio che spaventa: «Sigarette
elettroniche più pericolose del fumo»

Lo studio che spaventa:
«Sigarette elettroniche più
pericolose del fumo normale»
di Simone Pierini
«Il vapore delle sigarette elettroniche è più pericoloso del fumo normale». Ad affermarlo è un nuovo studio che lancia l'allarme sulla nuova tendenza dei fumatori che hanno scelto le E-Cig al posto delle classiche sigarette proprio per salvaguardare la loro salute. Ricercatori greci hanno scoperto che gli aromi delle sigarette elettroniche danneggiano i polmoni causando infiammazione.




Esperimenti condotti sui topi hanno dimostrato che, anche a breve termine, l'infiammazione provocata risultava simile o addirittura peggiore delle sigarette convenzionali. Il dott. Constantinos Glynos ha dichiarato: «Gli effetti dannosi osservati nel polmone sull'esposizione al vapore della sigaretta elettronica nei modelli animali evidenziano la necessità di ulteriori indagini sulla sicurezza e la tossicità di questi dispositivi che sono in ​​rapida espansione in tutto il mondo"».

I ricercatori hanno condotto il loro esperimento esponendo diversi gruppi di topi al fumo di sigaretta, ai vari vapori delle E-Cig e all'aria pulita per quattro volte al giorno, con ogni sessione separata da intervalli di 30 minuti senza fumo. I risultati, pubblicati sull'American Journal of Physiology mostrano che le sigarette elettroniche e le ricariche non sono ben regolate e i loro effetti a lungo termine sulla salute sono ancora sconosciuti.

Glynos, dell'Università di Atene, ha dichiarato: «Le sigarette elettroniche sono pubblicizzate come un sistema di rilascio di nicotina meno dannoso o come un nuovo strumento per smettere di fumare. I nostri risultati suggeriscono che l'esposizione al vapore delle E-Cig può scatenare risposte infiammatorie e influire negativamente sulla meccanica del sistema respiratorio».

Glynos ha aggiunto: «Concludiamo che sia il vapore delle E-cig che il fumo di sigaretta convenzionale hanno un impatto negativo sulla biologia polmonare». Le sue scoperte seguono uno studio britannico emerso all'inizio di quest'anno che ha suggerito come il vapore delle E-Cig fosse più dannoso di quanto si pensasse in precedenza.

Gli scienziati dell'Università di Birmingham hanno estratto le cellule dai campioni di polmone fornite da non fumatori sani e le hanno esposte al liquido delle E-Cig, al vapore condensato e all'aria pulita per 24 ore. L'esposizione al vapore ha aumentato la morte cellulare e la produzione di sostanze chimiche infiammatorie.

La Public Health England afferma che le E-Cig sono al 95% più sicuri delle sigarette tradizionali. E suggeriscono che i fumatori dovrebbero prendere in considerazione il passaggio all'utilizzo del vapore nel tentativo di aiutarli a smettere. Ma i critici avvertono che quest'ultimo può causare malattie polmonari, mantenere la gente legata alla nicotina e fungere da stimolo per i bambini per iniziare a fumare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Ottobre 2018, 20:53 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2018 13:14

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO