Sgozza la figlia di 4 anni per fare un sacrificio:
«Volevo dare il mio bene più prezioso ad Hallah»

Lunedì 11 Giugno 2018 di Alessia Strinati
Sgozza la figlia di 4 anni per fare un sacrificio: «Volevo dare il mio bene più prezioso ad Hallah»

Taglia la gola alla figlia di 4 anni per offrirla in sacrificio a Dio durante il Ramadan. Nawab Ali Qureshi, 26 anni, ha ucciso la piccola Rizwana dopo aver recitato alcuni versi del Corano, in casa sua  a Jodhpur, in India. L'uomo ha inizialmente negato di aver fatto del male alla bambina, poi però ha ammesso l'omicidio specificando che si trattava di un rituale religioso.

Germania, uccide la figlia di 2 anni per punire la moglie



Secondo quanto riporta il Daily Mail, a denunciare l'uomo sarebbe stata la moglie che ha trovato la piccola senza vita. Il papà orco ha raccontato alla polizia di aver portato prima la bimba in un negozio di dolci, di averle comprato le caramelle che desiderava e poi di averle detto che l'amava molto. «Sono un musulmano devoto», ha raccontato alle autorità, «amo molto mia figlia, per questo ho dovuto offrire il mio dono più prezioso ad Hallah».

L'uomo avrebbe approfittato delle tenebre: dopo aver passato una giornata con la bimba, di notte, l'ha portata nello scantinato dove le ha tagliato la gola. Subito dopo l'arresto però Quresh si è reso conto di aver compiuto un gesto orribile e ha provato a giustificarsi dicendo di essere stato manipolato dal demonio. 

Ultimo aggiornamento: 15:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA