Coronavirus, i rapporti sessuali sono sconsigliati? Ecco la risposta dei medici

Giovedì 12 Marzo 2020 di Alessia Strinati
Coronavirus, i rapporti sessuali sono sconsigliati? Ecco la risposta dei medici
Amore ai tempi del Coronavirus. Il Governo ha varato una serie di restrizioni per limitare il più possibile il contagio, ha stabilito che i cittadini italiani debbano restare in casa il più possibile e limitare gli spostamenti e i contatti. E il sesso? Come comportarsi in questa fase della pandemia?

LEGGI ANCHE: La paura del Coronavirus non spegne la passione: boom "sexting", foto e conversazioni piccanti affollano le chat

Molti si stanno chiedendo se avere rapporti sessuali sia possibile e se rappresenti un rischio. A rispondere  è Massimo Andreoni, ordinario di Malattie infettive all’università Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della SIMIT, la Società italiana di malattie infettive in un'intervista a La Repubblica. Di fatto il medico chiarisce che non ci sono prove che il Covid19 sia presente nelle secrezioni vaginali o nel liquido spermativo. Invece risiede nelle secrezioni delle vie aeree superiori. Evitare di entrare in contatto durante un rapporto sessuale con queste seconde secrezioni è molto difficile.

Sebbene di fatto il contagio non avvenga sessualmente, per una maggiore sicurezza è sconsigliabile avere rapporti con partner occasionali o con i quali non si convive, perché potrebbero stare a contatto con altre persone ed essere veicolo di contagio. Il discorso è diverso per un partner convivente, che comunque resta a stretto contatto in questo periodo di quarantena, condividendo gli stessi ambienti. In questo caso, a meno che non ci sia un comprovato contagio o un alto sospetto, i rapporti sessuali non sono sconsigliati. Tra partner stabili e conviventi c'è lo stesso rischio di contagio di qualunque altra malattia, anche senza Coronavirus, quindi, di fatto, il medico definisce la coppia "sicura".  Ultimo aggiornamento: 14:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA