Sesso anale, lunga serie di dubbi
i medici spiegano i pro e i contro

Il sesso anale e una lunga
serie di dubbi: i medici
spiegano i pro e i contro
ROMA - Il sesso anale è per alcuni ancora un tabù, spesso circondato di miti e leggende metropolitane, vale quindi la pena chiarire, con un il parere di diversi medici, i pro e i contro di questa pratica sessuale.

Sicuramente tra i lati positivi è che non è una pratica sessuale pericolosa, come può essere ad esempio il bondage. Nessun medico sconsiglia il sesso anale e se fatto con le dovute protezioni e la delicatezza che ogni rapporto richiede non causa alcun problema di salute o fisico. Per molte donne, inoltre, il sesso anale è estremamente piacevole, per alcune anche più della penetrazione vaginale: nell'ano ci sono molte terminazioni nervose, l'area è sicuramente iper sensibile e reattiva, quindi un'adeguata stimolazione può aprire porte del piacere inaspettate.

Tra i contro c'è sicuramente il rischio della trasmissione di malattie come l'HIV o l'HPV che può causare anche il cancro anale. In questo caso è buona norma usare il preservativo, cosa consigliabile in qualunque tipo di rapporto con partner occasionali. Un altro rischio è quello di contrarre infezioni nel tratto urinario o intestinale attraverso il contatto con materiale fecale per questo è consigliabile usare lubrificatori ed evitare di avere un rapporto vaginale subito dopo quello anale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 11 Ottobre 2017, 15:54 - Ultimo aggiornamento: 11-10-2017 18:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO