Bambina autistica dispersa nei boschi:
ricerche con l'elicottero, ma non si trova

Brescia, bambina autistica dispersa nei boschi: ricerche senza sosta con l'elicottero, ma non si trova
Brescia, bambina autistica dispersa nei boschi: ricerche senza sosta con l'elicottero, ma non si trova
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Luglio 2018, 14:44 - Ultimo aggiornamento: 16:36

BRESCIA - Ricerche senza sosta per la bambina di 12 anni affetta da autismo che risulta dispersa da ieri nei boschi di Serle. La ragazzina, Gazi Zannatul Iushra, risulta dispersa dal pomeriggio di ieri nei boschi del bresciano, dove si trovava
 con altri ragazzi disabili e con gli operatori della fondazione Fobap, la Fondazione bresciana assistenza psicodisabili, quando si è allontanata correndo durante una passeggiata.




Nella notte le ricerche sono proseguite con l'utilizzo di droni per la rilevazione termica e con il sorvolo di elicottero dell'Aeronautica ma la bambina non si trova. «Non era mai successo che si allontanasse. Forse l'ultima volta quando aveva quattro anni» ha spiegato il padre della giovanissima. La dodicenne è la prima di quattro figli e oltre a lei anche un fratellino è affetto da autismo. Le ricerche via terra sono riprese questa mattina alle sei e trenta. Oltre duecento persone ieri tra Vigili del fuoco, carabinieri, Soccorso alpino, Protezione civile e volontari sono stati impegnati nelle ricerche.

 

 


Nelle ricerche è impegnato anche un elicottero dell'Aeronautica Militare. Una richiesta arrivata dalla Prefettura della città. Il velivolo HH-139 con a bordo personale specializzato aerosoccoritore dell'Aeronautica Militare, imbarcherà anche un team, composto da Vigili del Fuoco e Soccorso Alpino, che si unirà alle altre squadre di soccorso presenti a terra. L'elicottero, appartenente al dell'83° Centro Combat Sar (Search And Rescue) del 15° stormo di Cervia, era già decollato in nottata, a seguito dell'attivazione da parte del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), per cooperare con la ricerca anche attraverso gli speciali visori notturni Nvg.

L'83° Centro C/Sar è uno dei reparti del 15° Stormo dell'Aeronautica Militare che garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, inoltre concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA