Scuola e Covid, l'allarme dei pediatri: «Finestre spalancate e freddo, in aula servono purificatori»

Il segretario della Confederazione italiana pediatri: "Così aumentano le bronchiti"

Domenica 19 Dicembre 2021
Scuola e Covid, allarma dei pediatri del Lazio: «Finestre spalancate e freddo, in aula servono purificatori»

«A lezione con le finestre spalancate e studenti seduti con i cappotti addosso: siamo in pieno inverno e, oltre a dover fronteggiare il rialzo della curva del Covid, nei nostri studi pediatrici vediamo aumentare bronchiti e malattie acute dell’apparato respiratorio. È necessario e impellente dotare le scuole di purificatori in grado di filtrare l’aria in classe: bambini e ragazzi non possono stare seduti per ore, esposti al freddo». Così, in una nota, Patrizio Veronelli, segretario della Confederazione italiana pediatri - Cipe del Lazio.

LEGGI ANCHE 

Covid, bimba di sei mesi grave e intubata: da Lamezia al Bambin Gesù con un volo sanitario

LEGGI ANCHE

Nelle Marche oggi 649 nuovi contagi Covid, 131 sono giovani 0-18 anni. In tre province il rischio è più alto /Il trend dei ricoveri

«Peraltro, una febbre o una bronchite di questi tempi, complicano di gran lunga la diagnosi a causa del Coronavirus, con un impatto più complesso e ansiogeno per chi si ammala, per le famiglie e per il contesto sociale»«Abbiamo assistito allo spreco di denaro pubblico per l’acquisto dei banchi a rotelle: ora si passi a tutelare la salute in maniera efficace, attraverso la fornitura di dispositivi necessari ad elevare il grado di sicurezza nell’ambito fondamentale della scuola», aggiunge Veronelli.

LEGGI ANCHE

Natale in isolamento per 15mila nelle Marche, tra le ipotesi anche il coprifuoco per i no-vax: ecco quando. Caccia alla variante Omicron

Ultimo aggiornamento: 12:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA