Terremoto in Turchia, scossa di 6.1 nella notte: paura e gente in strada, 46 feriti. Numerosi crolli

La scossa registrata alle 4.08 ora locale con epicentro a Duzce

Terremoto in Turchia, scossa di 6.1 nella notte: paura e gente in strada, 46 feriti. Numerosi crolli
Terremoto in Turchia, scossa di 6.1 nella notte: paura e gente in strada, 46 feriti. Numerosi crolli
di Redazione web
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 08:57

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.1 è stata registrata alle 4:08 ora locale (le 2:08 in Italia) nel nordovest della Turchia. Secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio di monitoraggio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a meno di 10 chilometri di profondità ed epicentro a 15 km da Duzce (circa 230 km da Istanbul e 240 da Ankara).

I feriti

 

Sono 46 le persone rimaste ferite a causa del terremoto. Lo ha reso noto l'agenzia statale per la prevenzione di disastri ed emergenze Afad, come riporta Anadolu. A Golyaka, epicentro del terremoto, nella provincia di Duzce, sono rimaste ferite 37 persone, altre sei a Zonguldak, una a Sakarya, una a Bolu e una a Istanbul, che si trova a oltre 200 km dall'epicentro. Finora non si segnalano vittime, ha fatto sapere il ministro dell'Interno Suleyman Soylu, mentre alcuni edifici hanno subito danni.

Scuole chiuse

 

Il terremoto è avvenuto a una profondità di 6,8 km e sono state successivamente registrate 74 scosse di assestamento. Nella provincia di Duzce è stata interrotta l'erogazione di energia elettrica come precauzione e le scuole oggi sono rimaste chiuse. La zona dove è stato registrato il sisma era già stata colpita da un devastante terremoto nel 1999, di magnitudo 7.0, che aveva ucciso più di 700 persone ferendone quasi 3.000. Il territorio della Turchia è altamente sismico, regolarmente si registrano terremoti di lieve intensità ma nel 2020 una forte scossa di magnitudo 6.9 ha colpito la costa sul mare Egeo provocando la morte di oltre 100 persone e il ferimento di più di 1.000 a Smirne, la terza principale città turca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA