Voli cancellati Ryanair: «Abbiamo
le prove che rifiutano i risarcimenti»

Ryanair e i voli cancellati, "abbiamo le prove che si rifiutano di dare i risarcimenti"
Ryanair e i voli cancellati, "abbiamo le prove che si rifiutano di dare i risarcimenti"
1 Minuto di Lettura
Venerdì 22 Settembre 2017, 11:05 - Ultimo aggiornamento: 11:41

Un tavolo di conciliazione tra Enac, Ryanair e Codacons, per individuare in tempi certi e senza costi per gli utenti i risarcimenti spettanti ai viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni dei voli della compagnia irlandese. Questa la richiesta che l'associazione porterà il prossimo 25 settembre alla riunione indetta dall'Enac, che sul caso Ryanair ha convocato il Codacons in rappresentanza dei passeggeri italiani.

«Abbiamo le prove che Ryanair sta rifiutando ai viaggiatori i risarcimenti relativi ai voli cancellati con un preavviso inferiore ai 14 giorni, e le porteremo all'Enac chiedendo sanzioni durissime nei confronti della compagnia aerea - fa sapere il presidente Carlo Rienzi - Proprio per dirimere il nodo degli indennizzi e delle compensazioni pecuniarie previste dalla legge, di cui molti passeggeri sono del tutto all'oscuro, crediamo sia necessario aprire un tavolo di conciliazione tra Ryanair, Enac e Codacons, finalizzato a valutare i singoli casi e far ottenere ai viaggiatori danneggiati risarcimenti celeri, automatici e senza alcun costo per l'utente».

Intanto - secondo l'associazione dei consumatori - sono già circa 1.500 i cittadini che hanno scaricato sul sito www.codacons.it il modulo di costituzione di parte offesa da inviare alla Procura di Bergamo che indaga sul caso Ryanair, avviando così l'iter per veder tutelari i propri diritti di parte lesa e ottenere il risarcimento del danno subito. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA