Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ryanair, continua la guerra con i piloti:
altri 7 giorni di sciopero a settembre

Ryanair, continua la guerra con i piloti: altri 7 giorni di sciopero a settembre
Ryanair, continua la guerra con i piloti: altri 7 giorni di sciopero a settembre
di Domenico Zurlo
2 Minuti di Lettura
Giovedì 5 Settembre 2019, 16:21 - Ultimo aggiornamento: 16:32

Ryanair, continua la disputa tra i piloti e la compagnia aerea irlandese, con i membri della British Airline Pilots' Association che hanno annunciato altre date di sciopero a settembre. Le date sono il 18, il 19, il 21, il 23, il 25, il 27 e il 29: sette giorni in tutto, per una guerra che si sta trascinando ormai da settimane.


Dopo i due giorni di sciopero ad agosto e altri tre finiti alla mezzanotte di ieri, i piloti Ryanair continuano dunque la loro protesta, sottolinea il quotidiano Independent: nei giorni in cui c'è stato lo sciopero, la compagnia ha utilizzato piloti volontari, senza grosse ripercussioni per i passeggeri. Ma ora i viaggiatori sono nel panico per via dei possibili disagi ai loro voli per quelle che sono quasi due settimane nella seconda metà del mese.



Brian Strutton, segretario generale del sindacato piloti, ha parlato chiaro: «Vogliamo risolvere la controversia e cambiare Ryanair in meglio. I piloti stanno cercando lo stesso tipo di politiche e accordi esistenti in altre compagnie aeree, le nostre richieste non sono irragionevoli. Vogliamo affrontare questioni come le pensioni, la perdita dell'assicurazione della licenza, le prestazioni di maternità, e armonizzare le retribuzioni in tutto il Regno Unito in una struttura equa, trasparente e coerente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA