Il Principe William e le lettere agli orfani dei poliziotti. «Il loro ruolo fondamentale nella nostra società»

Giovedì 13 Febbraio 2020 di Nico Riva
Il Principe William e le lettere agli orfani dei poliziotti. «Il loro ruolo fondamentale nella nostra società»
Il Principe William, Duca di Cambridge, secondo quanto rivelato dalla poliziotta più anziana del Paese, scriverebbe regolarmente delle lettere alle famiglie e agli agenti che hanno subito esperienze traumatiche, ad esempio un lutto. 
Dama Cressida Dick, Commissario di Polizia, ha commentato con questa confessione durante le celebrazioni per i 150 anni del Fondo per gli Orfani della Polizia Metropolitana, di cui è presidente. 


L'evento si è svolto al St James’ Palace di Londra, e durante la cerimonia il Principe ha condiviso un momento toccante con il piccolo George McParland, 4 anni, il cui padre Sergente Ian McParland è morto di cancro nel 2017. Il Duca si è inginocchiato di fronte al bambino, che reggeva il suo orsacchiotto, e hanno chiacchierato e riso insieme. Poi William è tornato serio e ha dato dei consigli al bambino su come affrontare questo tremendo lutto, ricordando la morte della madre Diana quando lui aveva solo 15 anni. Per questo gli ha detto di parlare con la sua mamma e prendersi cura sempre l'uno dell'altra. 

La presidente del fondo, la Dama Cressida, ha affermato dopo il ricevimento: «Il Principe scrive spesso alle famiglie e agli agenti di polizia, e questo è un gesto particolarmente apprezzato. Ha chiaramente una passione genuina nel supportare le persone che si occupano del servizio pubblico. E visto il suo background personale, conosce le sfide che queste persone devono affrontare. Tante persone mi dicono che la sua empatia è evidente, e questo vale tantissimo per loro. Siamo fortunati ad averlo come nostro sostenitore». William è diventato sponsor del fondo nel 2017, e in occasione di questa cerimonia ha rinnovato il suo ruolo per altri 3 anni. 

L'Orfanotrofio della Polizia aprì nell'ottobre del 1870 e da allora si è esteso fino ad includere tutta la polizia londinese. Nel 1937 l'orfanotrofio dovette chiudere, ma la beneficenza continuò con la nascita del Fondo, che ha aiutato oltre 15mila bambini. Il Fondo interviene ad esempio nelle spese scolastiche: dalle gite all'attrezzatura per la scuola, ma anche per le attività extra come club sportivi e artistici. 

Il Principe William ha concluso il suo discorso ricordando che: «Negli ultimi 150 anni questo Fondo - la più antica organizzazione benefica di polizia al mondo - è venuta in aiuto dei figli di poliziotti nel momento in cui più ne avevano bisogno. La nostra società si definisce in base al modo in cui ci prendiamo cura di coloro che ci tengono al sicuro. Perciò è di fondamentale importanza aiutare le famiglie di chi svolge un ruolo così cruciale per tutti noi. Sono profondamente orgoglioso dell'operato del Fondo». Ultimo aggiornamento: 13:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA