Romina uccisa, l'ex compagno ha confessato. «Non volevo ucciderla. La amo». Ieri vagava nudo sulla spiaggia di Sabaudia

Mercoledì 4 Maggio 2022
Romina De Cesare

Ha confessato Pietro Ialongo, l'uomo che ha ucciso la ex fidanzata, Romina De Cesare, 36 anni, a Frosinone dopo averla strangolata e finita con alcune coltellate. È quanto emerge da una nota congiunta diffusa dalle Procure di Frosinone e Latina. L'uomo è al momento in stato di fermo per omicidio volontario aggravato. Dopo l'omicidio Ialongo avrebbe tentato di togliersi la vita. Gli inquirenti hanno trovato anche un bloc-notes dove l'uomo aveva appuntato alcune frasi, tra cui la verosimile confessione del delitto: «Non volevo ucciderla. La amo».

 

Era in stato di fermo Pietro Ialongo, l'uomo che ha confessato di avere ucciso a coltellate l'ex fidanzata, Romina De Cesare, in un appartamento di Frosinone. L'uomo è stato bloccato ieri dai carabinieri mentre vagava nudo e in stato confusionale sulla spiaggia di Sabaudia. La Procura di Latina chiederà ora al gip la convalida del fermo.

 

 

 

 

 

 

Intanto la Procura di Frosinone disporrà l'autopsia sul corpo della donna per verificare la dinamica di quanto accaduto e l'ora in cui si è consumata la tragedia. In base a quanto accertato dagli inquirenti i due vivevano da qualche tempo da «separati in casa». L'uomo dopo avere ucciso la donna avrebbe guidato fino a Sabaudia e dopo avere parcheggiato l'auto, all'interno della quale gli inquirenti avrebbero trovato anche degli scritti ora al vaglio, si è incamminato sulla spiaggia dove è stato fermato. 

Ultimo aggiornamento: 17:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA