Traffico internazionale di cocaina: arrestato
uno dei boss del clan Casamonica

Mercoledì 30 Gennaio 2019
Traffico internazionale di cocaina: arrestato uno dei boss del clan Casamonica

Il suo nome è ancora top secret. Un esponente di spicco del clan Casamonica e altre 4 persone sono state arrestate nell'ambito di un'operazione antidroga a Roma. Le indagini nei confronti dei cinque, accusati di far parte di un'organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di cocaina sono state coordinate dalla Dda della capitale.

I dettagli dell'operazione saranno resi noti più tardi dal procuratore aggiunto di Roma Michele Prestipino.

+++NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO+++

Pochi giorni fa ea stato sequestrato al clan un villino liberty al quale si accedeva da un viale ornato da statue in marmo che ritraggono di divinità greche. Anche questo è finito tra i beni confiscati al clan Casamonica e ai figli "dell'ottavo re di Roma", ovvero Consiglio Di Guglielmi.

Una maxiconfisca per un totale di 2,4 milioni di euro tra appartamenti, un terreno a Roma e otto rapporti finanziari. Il decreto di confisca è stato eseguito dai militari della Guardia di Finanza di Roma. Dalle indagini era emersa una sproporzione tra le ricchezze possedute da alcuni componenti delle due famiglie e i redditi dichiarati.

Il decreto di confisca era stato emesso confronti di Abramo Di Guglielmi (classe 1974), alias »Marcello Casamonica«, della sorella Giulia (classe 1982), figli dell'Ottavo Re di Roma, e del marito di quest'ultima, Romolo Cerello (classe 1982), appartenenti alla famiglia Casamonica-Guglielmi I membri del clan sarebbero coinvolti in attività illecite connesse a fatti di gioco d'azzardo, traffici di droga, rapine e furti, oltre che a numerose truffe. Il sequestro dei beni fu emesso nel dicembre 2017 e ora è scattata la confisca.

Ultimo aggiornamento: 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA