Cliente presa in ostaggio e pistola puntata: rapina choc all'ufficio postale, due arresti

Lunedì 11 Ottobre 2021
I rapinatori con la cliente in ostaggio

Momenti di terrore quelli vissuti da una donna tenuta in ostaggio sotto la minaccia di una pistola durante una rapina in un ufficio postale nel quadrante Est di Roma. I banditi con il volto nascosto da mascherina e occhiali da sole sono entrati e hanno afferrato la cliente. Mentre uno la teneva in ostaggio puntandole contro l’arma, il complice scavalcava il bancone, riuscendo a prendere il denaro da due casse. I due si sono poi allontanati fino all'uscita, sempre con la donna in ostaggio, e infine sono fuggiti.

LEGGI ANCHE:

Tragedia sullo scuolabus, autista perde il controllo e finisce contro un albero: morti 5 bambini delle elementari e altri 5 feriti

 

La scena, avvenuta la mattina dello scorso 10 settembre, è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza interne. Documento fondamentale per le indagini, coordinate dalla Procura di Roma, che hanno portato all'arresto dei rapinatori.

 

Si tratta di due romani, un 58enne e un 40enne con numerosi precedenti, fermati e portati in carcere oggi nel corso di un'operazione antirapina, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Roma - Sezione “Reati contro il Patrimonio” – in collaborazione con il Commissariato “Sant’Ippolito”. Due le misure di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del locale Tribunale, a seguito di un'approfondita ricostruzione della dinamica dell'efferata rapina. Un terzo uomo è attualmente indagato a piede libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA