Sale sul tettuccio dell'auto e si getta dal ponte: aveva solo 19 anni

Sale sul tettuccio dell'auto e si getta dal ponte: aveva solo 19 anni
Sale sul tettuccio dell'auto e si getta dal ponte: aveva solo 19 anni
3 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Ottobre 2022, 15:15

Ennesima tragedia al ponte di Salle (Pescara), ancora una vita spezzata, stavolta giovanissima: aveva appena 19 anni e ha pagato a carissimo prezzo la fragilità di chi si è appena affacciato all'età adulta. Sono tante le ipotesi e le domande sui motivi che possano aver spinto una persona tanto giovane a farla finita con la vita. Domande cui solo la famiglia o gli amici, insomma quelli che lo conoscevano bene, potranno provare a dare risposta.

La tragedia

La tragedia si è consumata nel pomeriggio di ieri. Verso le 16,30 qualcuno di passaggio ha notato l'auto di colore blu parcheggiata proprio a ridosso della protezione del ponte e, insospettito o anche nel timore che potesse essere successo qualcosa di grave, ha segnalato la cosa ai carabinieri.

Sul posto sono arrivati i militari della Compagnia di Popoli coordinati dal comandante Savini e i colleghi della Stazione di Caramanico. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo sarebbe salito sul tettuccio dell'auto e da lì, superando le barriere, si sarebbe lasciato cadere nel vuoto da quel ponte altissimo e più volte teatro di gesti simili, purtroppo.

Il sindaco sconvolto

Circostanza che ha lasciato sgomento il sindaco di Salle, Davide Morante: «L'ultimo suicidio era accaduto il 30 marzo scorso, sono sconvolto dall'idea che qui vengano da fuori per compiere un gesto tanto disperato» ha detto il primo cittadino, informato che la vittima non era persona della zona o dei paesi limitrofi. Mobilitati anche il 118 e i vigili del fuoco di Pescara, intervenuti con l'ausilio di un elicottero per le ricerche nella fitta vegetazione sotto il ponte, dove scorre l'Orfento. Di acqua ce n'è poca, ci sono i rovi e le rocce, nulla di visibile a occhio nudo dall'alto. Ma è in quell'area che proprio i vigili del fuoco hanno infine individuato il corpo senza vita della giovane vittima. Poco prima, all'interno della vettura era stata trovata una patente di una persona di Chieti, elemento utile ma non sufficiente per dare una sicura identità a quel poveretto. Per il recupero è stato atteso l'arrivo dei genitori, poi la salma è stata trasportata all'ospedale di Pescara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA