Professoressa uccisa da un ex studente stalker, lo aveva denunciato 13 volte

Lunedì 2 Novembre 2020
Professoressa uccisa da un ex studente stalker, lo aveva denunciato 13 volte

Ha denunciato per stalking 13 volte l'uomo che l'ha uccisa, ma nessuno ha mai fatto nulla. Paola Estefanía Tacacho, l'insegnante d'inglese di 32 anni pugnalata a morte da Mauricio Parada Parejas, un ex studente e suo stalker da cinque anni. La donna ha denunciato più volte il giovane, ma le autorità non hanno mai preso provvedimenti.

 

 

 

Dopo essere stata molestata e minacciata di morte l'insegnante è stata raggiunta dal suo stalker in casa sua a Tucumán, in Argentina, e lì è stata aggredita a morte. La donna stava tornando a casa dalla palestra e l'aggressore ha approfittato del buio per ucciderla. Le indagini hanno dimostrato che da anni la professoressa chiedeva aiuto, segnalava minacce continue, ma le 13 denunce erano state tutte archiviate perché pare non ci fosse abbastanza spazio nella scrivania per poter far fronte a tutta la mole di lavoro.

 

L'omicida era un ex alunno della vittima. Pare che avesse avuto una brutta discussione con tre insegnanti per un brutto voto, ma nei confronti di Paola aveva aviluppato una vera e propria ossessione. Da anni la molestava con messaggi osceni, la minacciava e la seguiva, arrivando a conoscere tutte le sue abitudini. Negli anni era stata fatta solo un'ordinanza restrittiva, ma nulla in più, fino a quando non è accaduta la tragedia, come riporta la stampa locale.

 

Oggi la famiglia chiede giustizia per Paola, e insieme ai suoi cari molte persone hanno deciso di manifestare per l'insegnante uccisa, solo l'ultima delle tante vittime del Sud America, spesso rimaste inascoltate anche nelle loro disperate richieste di aiuto.

Ultimo aggiornamento: 18:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA