Premio Rossella Minotti 2023, i vincitori. A Valentina Panetta del Messaggero una menzione speciale per «il brillante» racconto sui giovani italiani

La Giuria ha premiato Daniele Bellocchio per la carta stampata, Viola Serena Stefanello per il web scritto e Gabriele D’Angelo per il video web, radio e tv

Premio Rossella Minotti 2023, i vincitori. A Valentina Panetta una menzione speciale per «il brillante» racconto dei giovani italiani alla ricerca di una nuova vita
Premio Rossella Minotti 2023, i vincitori. A Valentina Panetta una menzione speciale per «il brillante» racconto dei giovani italiani alla ricerca di una nuova vita
4 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Febbraio 2024, 10:20

Assegnati i riconoscimenti del Premio giornalistico Rossella Minotti 2023: la Giuria ha premiato, tra i 59 elaborati presentati (record di partecipazione), quelli dei giovani giornalisti Daniele Bellocchio per la carta stampata, Viola Serena Stefanello per il web scritto e Gabriele D’Angelo per il video web, radio e tv.  La Giuria ha ritenuto mediamente molto elevata la qualità giornalistica degli elaborati presentati. Perciò, all’unanimità, conferisce un riconoscimento - oltre ai tre vincitori - ad altri sei partecipanti, cui vanno Menzioni speciali: Edoardo Anziano di Irpimedia, a Nicola Baroni de Il Venerdì di Repubblica, Alice Facchini di Altreconomia, a Francesco Ferasin de Il Fatto quotidiano, a Cristiana Mastronicola di Fanpage e a Valentina Panetta de Il Messaggero.

Il concorso, giunto alla quarta edizione, è organizzato e finanziato dal sindacato dei giornalisti (Alg e Fnsi) e dalla Famiglia della collega prematuramente scomparsa nel 2019. Il Premio Minotti, riservato alle giovani generazioni del giornalismo (possono partecipare le colleghe e i colleghi fino a 35 anni d’età) ha inoltre avuto in questa edizione il patrocinio economico del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti e il gratuito patrocinio dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia nonché dell’Associazione Alumni Awt, che raggruppa gli ex allievi della prima scuola di giornalismo italiana, nata a Milano e che fu frequentata anche da Rossella Minotti.

La cerimonia di premiazione sarà pubblica e avverrà il prossimo giovedì 14 marzo, alle ore 15, nella Sala Walter Tobagi dell’Associazione lombarda giornalisti in viale Monte Santo 7 a Milano.

I vincitori delle tre sezioni sono:

Carta stampata - Daniele Bellocchio - Le scuole clandestine in Afghanistan, dove le ragazze possono continuare a studiare – articolo pubblicato da L’Espresso.
Inchiesta sul campo dall’elevata qualità giornalistica e realizzata in un contesto particolarmente difficile.

Web scritto - Viola Serena Stefanello - Come Vienna sta evitando la crisi abitativa – articolo pubblicato online da Il Post.
Reportage esauriente, con molti dati sulle politiche attive per la casa che consentono affitti a buon mercato nella capitale austriaca e offrono un modello esportabile in Italia.

Tv, radio e video web - Gabriele D’Angelo - «Se non ti iscrivi, malattie o incidenti». Così Scientology Roma recluta i suoi discepoli – servizio messo in rete da Roma Today.
Racconto coraggioso, dopo due mesi da infiltrato nella “chiesa” fondata da Ron Hubbard: prima puntata di un’ampia inchiesta.

La Giuria del Premio giornalistico Rossella Minotti 2023 è stata composta da:
- Domenico Affinito (Segretario Generale Aggiunto Vicario della Federazione Nazionale Stampa Italiana, in rappresentanza della FNSI);
- Angelo Baiguini (Vice Presidente del Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti, in rappresentanza del CNOG)
- Sandro Neri (Responsabile QN Economia, già Direttore de “Il Giorno”);
- Venanzio Postiglione (Vicedirettore del “Corriere della Sera”);
- Edmondo Rho (giornalista, marito di Rossella Minotti, in rappresentanza della Famiglia, Presidente della Giuria)
- Daniela Stigliano (Consigliera e responsabile comunicazione dell’Associazione Lombarda Giornalisti, in rappresentanza dell’ALG).

La Giuria ha ritenuto mediamente molto elevata la qualità giornalistica degli elaborati presentati.

Perciò, all’unanimità, ha deciso di dare un riconoscimento - oltre ai tre vincitori - ad altri sei partecipanti, giovani colleghe e colleghi cui vanno queste Menzioni speciali:

ad Edoardo Anziano – Irpimedia – per la capacità di giornalismo investigativo sulla chiusura di una fabbrica, sottolineando il ruolo del sindacato.
a Nicola Baroni – Il Venerdì di Repubblica – per l’originalità del tema scelto e ben sviluppato nell’articolo su una storica comunità di anarchici in Svizzera.
ad Alice Facchini – Altreconomia – per l’argomento socialmente rilevante, le donne vittime di violenza, e per l’incisività della scrittura.
a Francesco Ferasin – Il Fatto quotidiano – per la qualità della scrittura e per l’originalità dell’articolo, che racconta la storia della prima giornalista d’Italia.
a Cristiana Mastronicola – Fanpage – per la scelta di denunciare i soprusi in una comunità d’accoglienza e per la capacità di approfondire l’argomento in prima persona.
a Valentina Panetta - Il Messaggero - per il modo brillante e originale con cui ha raccontato il tema dei giovani italiani alla ricerca di una nuova vita in Australia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA